Popolare Vicenza: l’ad Francesco Iorio lascia. Entra Fabrizio Viola, ex Mps

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 dicembre 2016 12:34 | Ultimo aggiornamento: 5 dicembre 2016 12:34
Popolare Vicenza: l'ad Francesco Iorio lascia. Entra Fabrizio Viola, ex Mps

Popolare Vicenza: l’ad Francesco Iorio lascia. Entra Fabrizio Viola, ex Mps

ROMA – Popolare Vicenza: l’ad Francesco Iorio lascia. Entra Fabrizio Viola, ex Mps. L’amministratore delegato della Banco Popolare di Vicenza, Francesco Iorio, si è dimesso. Oggi il Corriere della Sera scrive che Fabrizio Viola, ex amministratore delegato di Mps, potrebbe essere chiamato da Atlante a guidare la banca che nascerà dalla fusione tra Popolare Vicenza e Veneto Banca.

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Vicenza ha preso atto delle dimissioni rassegnate da Iorio, conferma l’istituto in una nota, il 4 dicembre e domani 6 dicembre è prevista una riunione del Consiglio di Amministrazione per cooptare un nuovo amministratore e per designare il nuovo amministratore delegato. All’assemblea di domani verrà anche chiesto di votare per l’azione di responsabilità nei confronti della passata gestione Zonin-Sorato.

Iorio era stato chiamato appunto per raccoglierne la controversa eredità, ma l’amministratore delegato ex direttore generale di Ubi non era riuscito nella ricapitalizzazione che era andata deserta: con l’ingresso del fondo Atlante diretto da Alessandro Penati si era evitato il fallimento della banca (il fondo è un consorzio partecipato da banche, assicurazioni, Cassa Depositi e prestiti, fondazioni bancarie nato per sostenere le banche italiane nelle proprie operazioni di aumenti di capitale e a favorire la gestione dei crediti in sofferenza del settore). Il nuovo amministratore delegato Viola, che s’era guadagnato sul campo la gestione della difficile transizione di Mps, godrebbe di un rapporto fiduciario più stretto con Atlante.