Ripresa Usa. Esauriti i visti per lavoratori qualificati: asta fra le aziende

Pubblicato il 3 Aprile 2013 - 07:00| Aggiornato il 5 Dicembre 2022 OLTRE 6 MESI FA

ROMA – Ripresa Usa. Esauriti i visti per lavoratori qualificati: asta fra le aziende. Un altro segnale incoraggiante arriva dall’economia Usa, di riflesso importante anche per l’anemico Pil italiano. Sono andati tutti esauriti gli “skilled-worker visas”, quei visti di soggiorno destinati a lavoratori qualificati che l’agenzia governativa  U.S. Citizenship and Immigration Services fornisce alle aziende americane.

Si tratta di un programma che intercetta l’offerta lavorativa di alto livello utile per le società ad alto profilo tecnologico, per le banche ed altri settori. Sono le stesse aziende che sponsorizzano ogni anno 65 mila “skilled workers visas” (con almeno una laurea triennale) mentre la stessa agenzia, che coordina tutto il meccanismo, s’incarica di allocare altri 20 mila lavoratori stranieri che studiano negli Usa (con livello avanzato di studi nelle università americane).

La bella notizia, che sintetizza la dinamicità ritrovata del mercato del lavoro negli Stati Uniti, è data dalla necessità che i datori di lavoro debbano partecipare a un’asta, per vedersi assegnati i profili giusti di lavoratori nelle posizioni chiave delle loro aziende. Laddove languiva la domanda, adesso le società sono costrette a litigarsi un numero rilevante di lavoratori stranieri ad alto grado di specializzazione.