Sciopero dei tir, Coldiretti: “A rischio 50 mln di euro al giorno”

Pubblicato il 24 Gennaio 2012 10:44 | Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio 2012 10:46

ROMA – ''Sono a rischio 50 milioni di euro di prodotti alimentari deperibili al giorno, tra latte, fiori, frutta e verdura che quotidianamente dalle aziende agricole e le stalle raggiungono i mercati e le industrie di trasformazione per arrivare sugli scaffali di negozi e supermercati''. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sugli effetti dello sciopero dei Tir che sta provocando blocchi e rallentamenti alla circolazione in tutta Italia, dove l'86% delle merci circola su strada.

Oltre al danno economico, precisa la confederazione agricola, va aggiunta ''la perdita di credibilita' con la grande distribuzione europea pronta a sostituire il prodotto Made in Italy con quello proveniente da paesi come la Spagna nell'ortofrutta o dall'Olanda per i fiori''.

''La situazione di difficolta' dell'economia e' reale, a partire dal caro gasolio che e' costato solo alle aziende agricole 400 milioni di euro in un anno, ma – sottolinea Coldiretti – la crisi in queste condizioni rischia di aggravarsi e occorre far ripartire al piu' presto la circolazione''.

La confederazione agricola spiega che ''ogni giorno viaggiano su camion e tir circa 525 mila tonnellate di prodotti agricoli e alimentari, dei quali poco meno del 10% sono deperibili. I produttori agricoli – conclude – sono costretti a smaltire a proprie spese il prodotto che marcisce o a svenderlo mentre i consumatori fanno i conti con gli scaffali vuoti e il rischio di effetti speculativi sui prezzi che cominciano a farsi sentire sugli ortaggi''.