Statali, blocco dei contratti fino al 2014? Manovra da 10 mld o l’Iva aumenta

Pubblicato il 9 Ottobre 2012 13:32 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2012 13:32

ROMA – Ci sarà il blocco dei contratti dei dipendenti statali esteso al 2014? Se ne discute oggi (9 ottobre) a un consiglio dei Ministri per nulla di routine: vanno trovati 10 miliardi di euro subito. Non si chiama più manovra ma Legge di Stabilità, ma la sostanza non cambia: per scongiurare l’aumento di due punti dell’Iva nel 2013 servono 6,5 miliardi, poi ne servono almeno 2 per la ricostruzione dell’Emilia e sono indifferibili, quindi circa uno e mezzo per finanziare fondo sociale per l’occupazione e ammortizzatori sociali. I soldi vanno cercati perché non se ne sono trovati lì dove era previsto.

Non dalla spending review cui serve un nuovo tagliando: tra minori trasferimenti a Regioni, autonomie speciali e enti territoriali dovrebbero uscire val massimo due miliardi e mezzo. Non da altri tagli alla Sanità: il ministro Balduzzi, spalleggiato dai sindacati, darà battaglia per non vedere applicato l’intervento sul Fondo sanitario nazionale, dato come inevitabile per recuperare tra i 600 milioni di euro ed 1,5 miliardi di euro. Non dal Piano Giavazzi per la riduzione e la revisione dei sussidi alle imprese: il drastico taglio agli incentivi aveva l’ambizioso obiettivo di recuperare 10 miliardi di euro da utilizzare per una riduzione delle tasse, in realtà il recupero è fermo al massimo a 300 milioni di euro.

Da questa analisi delle occasioni perdute o dei secchi cui attingere improvvisamente svuotati, si ricava che l’intervento sugli statali si farà, a meno di conigli estratti all’ultimo momento dal cilindro. Oltre al blocco dei contratti, tutte le amministrazioni incluse le autorità indipendenti e Consob saranno interdette dall’acquisto di autovetture o dalla stipula di contratti di leasing fino a tutto il 2014, nel 2013 dovranno ridurre le spese per mobili e arredi al 20 per cento di quelle sostenute nel 2011. Per il 2013 tutte le amministrazioni non potranno effettuare acquisti né sottoscrivere nuovi contratti di locazione. Bloccate le consulenze per servizi informatici, quelle esterne non possono essere rinnovate.