Beppe Grillo, foto per l’amico albergatore che serve la cena dopo le 18. Se pernotti si può

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2020 8:29 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2020 9:25
Beppe Grillo, foto per l'amico albergatore di Roma che serve la cena dopo le 18 (con la scappatoia pernottamento)

Beppe Grillo, foto per l’amico albergatore che serve la cena dopo le 18 (con la scappatoia pernottamento) (Foto Facebook)

Beppe Grillo posta una foto a sostegno di un suo amico albergatore che usa una “scappatoia” (legale e consentita) per servire la cena anche oltre le 18.

Beppe Grillo posta la foto a sostegno del suo amico albergatore. Il fondatore del M5s arriva in soccorso del suo amico Gianfranco, proprietario dell’hotel con vista sui Fori che lo ospita ogni volta che va a Roma. Dal suo profilo Facebook Grillo condivide l’offerta “speciale” che l’albergatore ha ideato per affrontare le restrizioni previste dall’ultimo Dpcm.

Il post dell’amico albergatore condiviso da Beppe Grillo

“Noi non chiudiamo. (duri a morire!)” si legge sulla pagina Facebook dell’hotel che Grillo condivide. Non senza suscitare l’indignazione di molti suoi follower.

L’ “offerta speciale” consiste infatti in una “Cena sul Roof Garden Restaurant con menù Degustazione di 3 portate a scelta al costo di 90 euro per persona (bevande escluse) e camera inclusa”. L’offerta, valida dal 2 al 24 novembre, ricorda anche che “l’American Bar rimane aperto dalle ore 16:00”.

Le reazioni al post di Grillo

L’ “aiuto” offerto da Grillo all’albergatore ottiene reazioni opposte. “Quindi, per cenare fuori, dovrei pernottare. E lei pubblicizza, dimenticando i ristoratori che, non avendo stanze, non possono trovare soluzioni altrettanto “intelligenti”. Non era granché neanche come comico, un guitto. Ricorda il “vaffanculo day?”. Ecco, oggi è il suo giorno” scrive un utente. Ma c’è anche chi apprezza: “Ottimo In momento di crisi i migliori fanno grandi cose!”.

Anzaldi di Italia Viva attacca Grillo

“Beppe Grillo decide di dare una mano con i suoi account da milioni di follower al suo amico albergatore dell’Hotel Forum di Roma promuovendo l’offerta di cena al ristorante dell’albergo, ma allora aiuti tutti i titolari di ristoranti, chiami Conte e gli chieda di modificare il Dpcm sulla chiusura alle 18 indiscriminata per tutti”. E’ quanto scrive su Facebook il deputato di Italia Viva Michele Anzaldi.

“Quel provvedimento scritto male – prosegue Anzaldi – ha creato solo proteste e sconcerto, mentre gli effetti benefici per abbassare la curva dei contagi sono tutti da vedere. Intanto altre situazioni che appaiono ben più rischiose, come i centri commerciali e i mezzi pubblici, non hanno ricevuto la stessa attenzione dal governo, mentre ancora oggi il presidente della Conferenza delle Regioni Bonaccini ha ribadito di essere pronto a chiudere i centri commerciali nel weekend, mentre aveva chiesto di lasciare aperti i ristoranti che rispettano le regole.

Intanto continuiamo a leggere esternazioni auto celebrative e auto assolutorie del commissario governativo all’emergenza, che avrebbe dovuto reperire in tempo apparecchiature sanitarie e soddisfare i fabbisogni dei presidi anti covid e invece pontifica su tutto, persino sulle modalità dei ricoveri ospedalieri, neanche avesse preso il posto del ministro della Salute o del presidente dell’Istituto superiore di sanità”. (Fonti: Ansa e Facebook)