Berlusconi incorona Salvini leader: “Lui attaccante, io regista”. Tutte le facce dell’ex premier

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Novembre 2014 18:44 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2014 18:06

ROMA – Berlusconi incorona Matteo Salvini, rassicura Matteo Renzi e perdona Angelino Alfano. Per quanto riguarda il segretario leghista, Berlusconi ha fatto intendere che potrebbe essere il prossimo leader del centrodestra (“lui è un attaccante, io potrei fare il regista”). Per quanto riguarda il Patto del Nazareno, ha detto che per ora regge (“ne ha bisogno il Paese”). Poi ha teso la mano ad Alfano: (“buttarsi i tradimenti alle spalle sempre per il Paese”). L’ex premier ha parlato durante la presentazione del libro di Bruno Vespa. 

Patto del Nazareno

Patto del Nazareno in dubbio? “Assolutamente no perchè il patto non è tanto con Renzi, ma per il Paese che ha bisogno di modernizzarsi

“Noi avevamo indicato nel Senato il ramo del Parlamento che avrebbe dovuto restare attivo, la sinistra ha voluto che il Senato fosse ridotto a un organismo di confronto” tra le amministrazioni “e ha voluto che fosse la Camera quella che deve avere l’approvazione delle leggi”.

“Il premio non alla coalizione ma alla lista va benissimo per la sinistra di Renzi, so che ci sarebbe già un accordo con Sel per far entrare i propri candidati nella lista”.

La nostra “posizione” è che ognuno, sia la sinistra che il centrodestra “scelga a chi dare il premio di governabilità in caso di vittoria”, se alla lista o alla coalizione.

“La mia opinione è che è così importante il senso dello Stato e la responsabilità” verso il Paese che “finiremmo per accettare” anche un Italicum con premio alla lista.

Berlusconi e Salvini

“Lui è bravissimo ha un modo di parlare alla gente molto diretto però ha bisogno di avere dietro un centrocampo che funzioni. Io non ho ambizioni politiche ma voglio riportare la libertà nel mio Paese quindi mi va bene anche fare il regista dietro Salvini“.

“Sono sempre lieto dei voti che vanno alla Lega. Adesso si sono trovati questo goleador che è Salvini, penso che gli piacerebbe fare il vicepresidente del Milan

Alfano

Perdonare Alfano? E’ una possibilità: “Quando c’è di mezzo la libertà del Paese allora credo sia un dovere per ciascuno buttarsi i tradimenti alle spalle e pensare positivamente alla libertà del Paese e dei cittadini”.

LaPresse dedica all’ex premier una galleria di foto che mostra alcune delle espressioni che Berlusconi ha regalato ai flash dei fotografi, durante la presentazione del libro (foto LaPresse)