Bologna calcio, tre croci con i nomi dei dirigenti davanti al centro tecnico FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 dicembre 2018 20:01 | Ultimo aggiornamento: 14 dicembre 2018 20:06
Bologna calcio, tre croci con i nomi dei dirigenti davanti al centro tecnico

Le tre croci (foto Ansa)

BOLOGNA – Gesto intimidatorio nei confronti della dirigenza del Bologna. Dopo gli striscioni e i comunicati di protesta seguiti al ko con l’Empoli, la contestazione va oltre: nel primo pomeriggio, intorno alle 14.30, sono state trovate di fronte ai cancelli del centro tecnico rossoblù di Casteldebole tre croci con i nomi dell’amministratore delegato Claudio Fenucci, del direttore sportivo Riccardo Bigon e del club manager nonché scout per l’Europa Marco Di Vaio.

La società ha allertato i carabinieri di Borgo Panigale, che sono arrivati al centro tecnico poco dopo, prendendo atto della situazione e della denuncia del club.

I Carabinieri ora stanno raccogliendo elementi e immagini. Sulla base di quanto emerso, a quanto si apprende, la società rossoblù, che ha chiamato il 112 appena scoperto le croci, sta valutando di sporgere denuncia. Al momento, non ci sono rivendicazioni. Si ipotizza che il gesto sia riconducibile all’area delle tifoserie ma non ci sarebbero, per ora, segni che farebbero propendere per un gruppo in particolare.

La società ha intanto annunciato che non ci sarà nessuna cena di Natale prevista per domani, sabato 15 dicembre, come invece era previsto. La società ha inviato una mail in cui si scusa con tutti, dagli sponsor ai giocatori e alle famiglie degli stessi, poiché l’evento natalizio, la cena e lo scambio dei doni, non si celebrerà.

Il clima di tensione a Casteldebole è notevole e i dirigenti rossoblù hanno deciso che fosse meglio per tutti saltare questa ricorrenza annuale. La preparazione alla sfida contro il Milan, in programma martedì, proseguirà senza alcuna distrazione.