Copenaghen, fiori sul luogo dove è stato ucciso il terrorista: polizia li rimuove FOTO, VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 febbraio 2015 18:04 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2015 18:04

COPENAGHEN (DANIMARCA) –  Omar Abdel Hamid El-Hussein è il giovane di 22 anni freddato dalla polizia danese in quanto autore dell’attentato che sabato ha sparato diversi colpi di arma da fuoco durante un convegno sulla libertà di parola in un locale nel centro di Copenhagen: un uomo è morto, e tre poliziotti feriti il triste bilancio.

Il ragazzo è stato poi ucciso dalla polizia e in questo luogo, qualcuno ha portato dei fiori e delle candele poi rimosse dalla polizia. A raccontarlo è l’edizione online di The Local Danimarca. Decine di mazzi di fiori sono stati deposti a Copenaghen insieme a delle candele, davanti all’edificio dove il giovane è stato ucciso nella notte fra sabato e domenica nel quartiere popolare di Nørrebro. Secondo quanto racconta una giornalista di Tv2 sul posto è arrivato un gruppo di persone che ha buttato i fiori da una parte, spiegando che tra i musulmani non è tradizione metterli ai morti. Al loro posto il gruppo ha messo un cartello con la scritta “Riposa in pace. Possa Allah essere misericordioso con te”. Sul posto è  arrivata anche la polizia, e il gruppo si è allontanato gridando “Allah è grande” in arabo. Quanto accaduto ha creato un’ondata di sdegno in un paese tradizionalmente tollerante.

Pregiudicato, più volte condannato, uscito di carcere appena 2 settimane fa, dopo un’aggressione aggravata. E’ questo il ritratto di Omar Abdel Hamid El-Hussein, l’autore della raffica di mitra contro il centro culturale dove si svolgeva un dibattito sulla strage di Charlie Hebdo e poi in nottata contro una sinagoga. E’ lui che, secondo una testimone, ha gridato “Allah Akbar” mentre sparava all’impazzata. I media danesi forniscono un ritratto di El-Hussein, nato in Danimarca, che comincia ad avere i contorni precisi, quasi come la foto messa in circolazione nelle ultime ore, quella di un ragazzo uscito dal movimento post-adolescente delle bande di periferia. Omar Abdel Hamid El-Hussein era uscito di prigione appena due settimane fa.

Video Corriere Tv

5 x 1000