Daniele De Santis, pm: autori striscioni pro-Gastone complici tentato omicidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Maggio 2014 16:10 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2014 16:15

ROMA – Gli autori degli striscioni a favore di Daniele De Santis, esposti in curva sud durante Roma-Juventus dell’11 maggio, sono nel mirino della procura di Roma come complici del tentato omicidio di Ciro Esposito, l’ultrà napoletano ferito gravemente dai colpi di pistola di una Benelli 7.65 il pomeriggio del 3 maggio 2014, poche ora prima della finale di Coppa Italia fra Napoli e Fiorentina.

Voci vicine alla Procura romana parlano di “indagini ad una svolta”. Allo stesso tempo è stato pubblicato dalla Gazzetta dello Sport un video, in possesso dei pm Albamonte e Di Maio. Nel filmato si vede una jeep bianca uscire dal vicoletto della sparatoria subito dopo il rumore dei quattro colpi esplosi dalla Benelli. La jeep poi imbocca viale Tor di Quinto.

Si parla di “una svolta” ma finora non sono emersi altri elementi che possano portare a capire chi c’era con Daniele “Gastone” De Santis quel pomeriggio a Tor di Quinto. L’ultrà romanista, finora l’unico accusato, tra l’altro è risultato negativo all’esame dello stub, il guanto di paraffina che serve a provare se qualcuno ha sparato.

Intanto il superteste che ha aiutato gli inquirenti a ricostruite le fasi degli scontri prima della finale di Coppa Italia, individuando in Daniele De Santis colui che sparò contro i tifosi napoletani ferendone tre, sarà sentito in sede di incidente probatorio. La sua testimonianza sarà dunque cristallizzata e potrà essere usata come prova in un eventuale processo. Secondo gli inquirenti ci sarebbe un pericolo per il superteste derivante anche dal fatto che in curva sud, nel corso di Roma-Juventus, c’era uno striscione con scritto “Napoletano infame” che prendeva di mira proprio il superteste. Anche per questo i pm Eugenio Albamomente e Antonio Di Maio, titolari delle indagini, nel chiedere l’incidente probatorio sull’arma utilizzata hanno anche sollecitato l’audizione del teste. Al momento il gip Giacomo Ebener deve ancora fissare una data per l’atto istruttorio irripetibile.

 

 

Le foto di Daniele “Gastone” De Santis tratte dal suo profilo facebook: