Jenny Buckleff, sposa cadavere in bara all’altare: “Volevo nozze alternative”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Giugno 2015 16:43 | Ultimo aggiornamento: 5 Giugno 2015 16:43

CARDIFF (GALLES) – Pensavano di essere stati invitati a un matrimonio ma quando hanno visto arrivare la cassa da morto sono rimasti tutti di stucco. Nessuna tragedia o cambio di programma, solo il macabro gusto di una sposa che voleva stupire a tutti i costi: così Jenny Buckleff, 58 anni, si è presentata all’altare trasportata in una bara (finta). “Volevo un matrimonio diverso dal solito”, ha detto a parenti e amici che hanno faticato non poco a riprendersi.

Unico complice della “sposa cadavere” era il futuro marito Christopher Lockett, ignari tutti gli altri. Tra loro c’era anche il fratello della sposa che meno di un anno fa è stato colto da un infarto, fortuna che il suo povero cuore ha retto all’entrata shock della sorella e le nozze si sono potute celebrare senza intoppi.

Il matrimonio è stato registrato al Comune di Anglesey, in Galles. Jenny è arrivata in sella alla sua bara nera, con tanto di falce della morte incisa sui lati, trainata da una Volkswagen. Una volta aperta la cassa la sposa è saltata fuori viva e vegeta, tra i batticuori dei presenti. Fino a qualche anno fa Jenny lavorava per un’agenzia di pompe funebri ed è così che si è immaginata il suo matrimonio “non convenzionale”.