Maltempo al Nord: esonda Lago Maggiore. Galletti: “Condoni tentato omicidio” FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 novembre 2014 12:01 | Ultimo aggiornamento: 11 novembre 2014 14:47

COMO – Il maltempo che da giorni sta colpendo il Nord Italia ha provocato danni non solo in Liguria, ma anche nel Nord Italia. E il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, accusa i condoni edilizi: “Mai più. Sono come dei tentati omicidi alla tutela del territorio”.

“Deve essere chiaro a tutti, ha detto il ministro dell’Ambiente, che il rispetto del territorio passa anche attraverso il fatto di non costruire abusivamente in zone dove non si può costruire. Per questo il segnale che lo Stato vuole dare è mai più condoni perché questi pongono i cittadini nella condizione di poter dire ‘adesso lo faccio poi vedremo’. Questo non si può più fare. E’ necessario intervenire in maniera molto più dura per quello che riguarda i reati ambientali. Non mi va bene che chi inquina o non tutela il territorio paga. Chi inquina e non tutela il nostro territorio va in galera, e basta”.

LOMBARDIA – A Como, nella frazione di Civiglio, alcune abitazioni sono isolate a causa di una frana caduta sulla strada, mentre il livello del lago è ormai prossimo all’esondazione. In provincia sono segnalati allagamenti e smottamenti in varie zone. In Valassina preoccupa il livello del laghetto di Crezzo, che in caso di esondazione metterebbe a rischio alcune abitazioni.

PIEMONTE – E’ ancora allerta maltempo sul Piemonte, con moderata criticità in provincia di Alessandria per il rischio di piene improvvise, locali dissesti e situazioni alluvionali. Scuole ancora chiuse a Gavi e Stazzano, sono segnalati disagi alla circolazione anche in provincia di Verbania, dove per il rischio frane è chiusa la provinciale in valle Strona, tra Canova e Prelo. In aumento il livello dei fiumi, anche se al di sotto della soglia di attenzione.

Proprio a Verbania è esondato nella mattina di martedì il lago Maggiore. A causa delle piogge delle ultime ore, le sue acque sono salite di 5,5 metri e hanno invaso la passeggiata di fronte al Municipio.

Anche il Lago d’Orta è esondato ad Omegna a causa delle abbondanti piogge che stanno interessando la provincia di Verbania. Allagata la zona dei parcheggi pubblici e la piazza davanti l’ospedale Madonna del Popolo. Resta critica la situazione in valle Strona, dove la provinciale è chiusa per il rischio frane. Per limitare i disagi alla circolazione, martedì e mercoledì le scuole della valle sono state chiuse.

Foto Ansa