Milano, mistero ai Navigli: fiume di banconote da 100 euro, ma sono false FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2019 13:07 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2019 13:07
banconote false navigli ansa

Banconote false nei Navigli (Ansa)

MILANO – Inaspettato risveglio per i milanesi che la mattina di mercoledì 4 dicembre hanno scoperto centinaia di banconote da 100 euro nelle acque del Naviglio Pavese. Solo una volta recuperate è arrivata la delusione: erano tutte false. Attorno alle 7.30, una lunga scia di contanti è apparsa sul corso d’acqua trasportata dalla corrente in Darsena, dove quasi tutti i soldi sono stati raccolti dalla chiusa. “Alcune erano addirittura raccolte in mazzette trattenute nelle fascette”, ha spiegato un residente.

Non è chiara l’origine, l’ipotesi è che possa trattarsi di un’operazione artistico-pubblicitaria. Diversi testimoni hanno pensato a tuffarsi nelle fredde acque del Naviglio con la speranza di aver trovato un tesoretto perso da qualche malvivente. Ma, forse a causa della temperatura del mattino, nessuno ha ceduto alla tentazione di entrare. Il mistero legato alla loro provenienza resta, almeno per ora. Una banda di falsari che si è disfatta del bottino illegale o lo scherzo di qualche buontempone? 

Nell’agosto del 2017, una coppia di Roma formata da un giovane romano trentenne e da una ragazza dell’esta Europa, hanno usato alcune banconote false a metà: una metà originale e l’altra falsa, in modo da ingannare anche i lettori ottici. Per diverse settimane, i due hanno seminato queste banconote in giro per la città, sia in distributori di benzina self service e cambiamonete. Si tratta di banconote false da 10, 20 e 50 euro: in tutto i due avevano pronti per essere spesi 4mila euro in biglietti da 50 euro ma sono stati fermati dai Carabinieri.

Fonte: Ansa, Repubblica

banconote false ansa

Ansa

banconote false navigli pavese

Ansa