Pechino, la nuvola di smog fotografata dai satelliti Nasa

Pubblicato il 16 Gennaio 2013 18:48 | Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2013 18:48

PECHINO –  Lo smog che sta letteralmente sommergendo Pechino, è visibile anche dalle foto dei satelliti della Nasa. L’inquinamento provocato dalle centrali a carbone e dal traffico automobilistico, è stato fotografato nei giorni scorsi dallo spazio. Martedì 15 gennaio, le autorità cinesi avevano deciso di innalzare ad arancione il livello di allarme per la situazione di nebbia e smog che sta interessando la capitale cinese, dopo che la nube presente in città, era peggiorata rispetto ai giorni precedenti.

Oltre l’arancione c’è il livello massimo di ingolfamento dell’aria indicato dal colore rosso. Le centraline che registrano l’inquinamento da microparticelle (le PM 2.5), sempre nella giornata di martedì hanno rivelato un dato di 500 microgrammi di polveri sottili per metro cubo, con in alcune zone 700 microgrammi. Secondo uno studio Usa riportato sul sito “The Atlantic Cities” che, sempre martedì 15 ha pubblicato la foto dello smog vista dal satellite Nasa, le microparticelle sarebbero già pericolose per l’uomo quando superano il livello di 100 microgrammi.

Oltre a questa immagine, Repubblica ne ha pubblicata un’altra che mostra come sulla Cina, negli ultimi giorni, si sia “appoggiata” una vera e propria nuvola di inquinamento. In tutta questa situazione le autorità cinesi hanno reagito dicendo ai cittadini di Pechino di “restare in casa” ed hanno imposto il blocco di alcune centrali di carbone e di alcune fabbriche per così consentire all’aria di tornare un po’ più respirabile. Il picco peggiore di smog a Pechino, venne raggiunto nell’ottobre 2010.