“Picchiamo Marchisio”, app contro lo juventino. La vendetta è un flop

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Gennaio 2013 8:26 | Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2013 8:26

NAPOLI – A seguito delle dichiarazioni di Claudio Marchisio, in cui affermava di provare antipatia sportiva per il Napoli, è nata, e subito morta, l’applicazione per dispositivi mobili Picchiamo Marchisio.

Lo sviluppatore la descrive così: “Diciamo che il nome dell’applicazione dice tutto… Il noto calciatore della Juventus ha dichiarato pubblicamente che il Napoli e i suoi tifosi gli sono antipatici, ed è per questo che nasce “Picchiamo Marchisio”, un modo divertente di mostrare il nostro affetto al grande giocatore”.

Divertente a detta di chi l’ha inventato, un po’ meno per gli utenti che hanno deciso di provarlo. Lo scopo è prendere a cazzotti Marchisio provocandogli ematomi e graffi sul volto. Più botte si danno più si avanza nel gioco. Ma l’euforia vendicativa non sembra aver attecchito nei cuori dei tifosi. Se si esclude qualche commento cameratesco, infatti, il giudizio degli utenti sul gioco è impietoso: solo 2 stelle in una scala di 5, sintomo che l’allegra scazzottata non piace.

picchiamo-marchisio-app

Picchiamo Marchisio, l’app contro lo juventino