Pozzallo. Recuperate le salme sul peschereccio: sono 45, le foto choc

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Luglio 2014 8:44 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2014 17:55

POZZALLO (RAGUSA) – Sale a 45 il tragico bilancio dei morti a bordo del peschereccio rimorchiato ieri a Pozzallo dalla nave Grecale. E’ il bilancio definitivo dopo il recupero delle salme che si è concluso all’alba di mercoledì 2 luglio. Le prime stime parlavano di una trentina di migranti morti per asfissia.

Tutti uomini, verosimilmente maggiorenni, provenienti dall’Africa centrale. Le salme sono state portate in una sala frigorifera di Pozzallo, messa a disposizione dalla Protezione civile della Provincia di Ragusa. Ieri il sindaco di Pozzallo, Luigi Amatuna aveva detto di non avere più posto per accogliere le vittime del mediterraneo:

“Le due uniche celle frigorifere del cimitero – aveva spiegato – ospitano già i corpi di due migranti, per i quali non è stata disposta la sepoltura”.

Intanto i due medici legali incaricati dalla Procura di Ragusa hanno effettuato i rilievi autoptici esterni. Poi si eseguiranno le autopsie. Le vittime erano su un peschereccio costipate insieme ad altre 600 persone, più del doppio di quelle che la nave poteva contenere. I migranti sono stati trovati nella sala ghiacciaia, dove sono morti, si ipotizza, per schiacciamento e asfissia.

Le foto choc del recupero dei corpi (LaPresse)