Rovereto, dondolo a forma di maiale non sarà rimosso FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Dicembre 2015 10:02 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2015 10:02

ROVERETO (TRENTO) – Il dondolo a forma di maiale nel cortile della scuola materna di Rovereto (Trento) di cui si era parlato in ottobre, quando si disse che era stato rimosso per non offendere i musulmani, resterà al suo posto.

Avrebbe dovuto essere tolto per motivi di sicurezza, avevano spiegato in un primo tempo dalla scuola. Alla fine, però, la vicenda che tanto aveva fatto parlare, portando ad una mobilitazione di Lega Nord e Movimento 5 stelle, sembra definitivamente rientrata.

Spiega Stefania Piras sul Messaggero: 

“Un dondolo a forma di maialino doveva essere rimosso dal cortile di una scuola di Rovereto, in provincia di Trento. Secondo le segnalazioni allarmate dei politici locali, Lega Nord e Movimento 5 stelle, il giocattolo di plastica rosa irritava la sensibilità islamica di diversi genitori musulmani che si sarebbero lamentati e avrebbero chiesto esplicitamente la rimozione della giostrina che rappresenterebbe un’offesa culturale. Il M5S ha parlato di “subalternità culturale”, mentre la Lega Nord di “pericoloso oscurantismo”.

(…) Ma quel maialino è ancora al suo posto. Se di rimozione si era parlato non era certo per una questione di identità religiosa, ha spiegato con una nota l’amministrazione di Rovereto smontando completamente il caso e rivelando la bufala. Sul dondolo a forma di maiale c’erano sì dei controlli ma relativi agli standard tecnici di sicurezza. I dubbi relativi alla giostrina non c’entrano niente con la religione ma riguardano le dimensioni e l’altezza del gioco che potevano rappresentare un pericolo per i bimbi.

Così l’amministrazione è stata costretta a prendere carta e penna e scrivere che la scuola dell’infanzia in questione non ha subito alcun tipo di pressione da parte di famiglie di alunni stranieri e che anzi il rapporto con le stesse è sempre stato caratterizzato da dialogo e rispetto reciproco». Tutto regolare, insomma, anche le misure del dondolo. «Nessuna intenzione di rimuovere il gioco su pressione di chicchessia» ha ribadito l’assessore competente Cristina Azzolini dopo gli attacchi politici. «Come di dovere, si ascoltano le insegnanti qualora le stesse rilevino elementi di poca idoneità rispetto alla sicurezza. Fatte le valutazioni del caso, sembra che tutto sia in regola e pertanto non si provvederà a nessuna rimozione perlomeno fino a che, dopo un periodo di sperimentazione, non si valuti diversamente”.

Rovereto, dondolo a forma di maiale non sarà rimosso FOTO

Il dondolo a forma di maialino