Stromboli senza pediatra: con WhatsApp mamma cura il figlio FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Gennaio 2015 11:14 | Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 2015 11:14

PALERMO – Niente pediatri sull’isola di Stromboli, in Sicilia, ma i bimbi ci sono comunque. Così una mamma per poter curare suo figlio si è affidata a WhatsApp, inviando ad una sua amica pediatra il respiro del bimbo e ricevendo diagnosi e cura via chat. A raccontare la storia è la stessa mamma, che ha pubblicato un post su Facebook per denunciare la mancanza di medici per i bambini sull’isola.

Sull’isola siciliana c’è la guardia medica, ma non l’assistenza pediatrica. Il piccolo soffriva di una bronchite che non accennava a guarire, così la tecnologica mamma ha registrato il suo respiro e lo ha fatto “auscultare” via WhatsApp ad una pediatra, che le ha prescritto la giusta cura. La signora ha poi pubblicato su Facebook questo post:

“Stromboli, Italia: qui il pediatra non c’è, i bambini sì! Ho curato Tommaso da una brutta bronchite grazie a Whatsapp, inviando la registrazione del suo respiro a un’amica pediatra! Viva la tecnologia, viva gli smartphone e soprattutto… Viva Delia Russo! Grazie dottoressa!”.

(Foto Facebook)