Terni, Victor Marian Iordache ucciso in garage dopo lite: Andrea Arcangeli confessa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Luglio 2014 20:43 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2014 20:43

TERNI –  Il cadavere di Victor Marian Iordache, un rumeno di 38 anni, è stato rinvenuto nel pomeriggio di martedì 2 luglio in un bosco a Stroncone, vicino Terni. L’uomo sarebbe stato ucciso durante una lite il 21 aprile scorso nel suo garage. A freddarlo con un colpo di pistola sarebbe stato il 45enne ternano Andrea Arcangeli, commesso saltuario in un negozio di generi alimentari. Tra loro due era in corso una relazione sentimentale.

Arcangeli ha condotto la polizia sul luogo in cui è stato sepolto il 38enne. Il suo corpo era ricoperto da terra, sassi e calce viva. L’uomo, sposato e padre di due figli, ha confessato l’omicidio e ha ammesso che il romeno è stato ucciso nel garage in cui i due si incontravano. Il garage si trova al piano terra della casa in cui l’uomo viveva con la famiglia. Dopo l’omicidio, Arcangeli avrebbe avvolto il corpo in una coperta e lo avrebbe caricato sull’auto della moglie per poi seppellirlo in questa tomba improvvisata, che si trova nei boschi di Stroncone.

La squadra mobile della polizia è riuscita ad arrivare all’assassino scavando nella vita della vittima. Gli inquirenti hanno scoperto che anche Iordache era stato sposato con una connazionale da cui si era poi separato. La polizia scientifica è ora alla ricerca di tracce che confermino la versione dell’assassino. L’arma con cui l’uomo è stato ammazzato era legalmente detenuta.