Usa, ufficio censimento abolisce la definizione ”negro” dopo un secolo

Pubblicato il 27 Febbraio 2013 - 19:13| Aggiornato il 12 Agosto 2022 OLTRE 6 MESI FA

WASHINGTON, STATI UNITI – Nel Paese di Abraham Lincoln e di Barack Obama ed dopo la dedica della statua della militante per i diritti civili Rosa Parks a Capitol Hill, l’ufficio americano del Censimento mette in pensione la parola ‘negro’.

Dopo oltre un secolo di uso, un termine giudicato offensivo dalla maggioranza degli americani non sara’ piu’ usato nei moduli che chiedono informazione sull’etnia dei residenti degli Stati Uniti.

D’ora in poi, a partire dal 2014, le definizioni ammesse nei questionari saranno ‘black’ (nero) o ‘Afro-American’. L’agenzia includera’ il nuovo linguaggio nella sua annuale American Community Survey che raggiunge oltre 3,5 milioni di famiglie da una costa all’altra degli Stati Uniti. ”’E’ il riflesso dei tempi che cambiano e di che cosa significa la razza in questo paese”, ha osservato il sociologo di Stanford Matthew Snipp secondo cui ”per i neri delle nuove generazioni il termine Negro evoca un’epoca in cui gli afro-americani erano cittadini di seconda classe”.

‘Negro’ e’ una parola arcaica, vecchia di cinque secoli: risale all’epoca degli esploratori spagnoli e portoghesi che la usavano per definire le popolazioni dell’Africa sub-sahariana. Negli Stati Uniti era arrivata con la schiavitu’: era sopravvissuta alla Guerra Civile e l’era della segregazione razziale prima di cadere in disuso negli anni Sessanta con le marce per i diritti civili di Martin Luther King (che pure la uso’ nei suoi discorsi), la disobbedienza civile della Parks e l’ascesa del ‘black power’.

Il primo censimento, nel 1790, aveva solo tre categorie etniche: ”bianco libero”, ”tutti gli altri uomini liberi” e ”schiavo”. Il termine ‘negro’ era apparso nel 1900 per la prima volta, per identificare gli americani di discendenza africana. Con il primo presidente nero alla Casa Bianca, l’amministrazione Obama aveva gia’ considerato di abolire il termine nel 2010, ma alla fine era prevalso il parere contrario.

Secondo l’agenzia del Censimento negli Stati Uniti esiste ancora un segmento di popolazione che si identifica con quella parola: per lo piu’ neri anziani degli stati del Sud. Quindi per loro la definizione ”negro’ rimane”. All’epoca un ex direttore del Census Bureau, Robert Groves, aveva scritto un blog sull’argomento che aveva provocato polemiche: ”Il nostro obiettivo e’ di includere tutti. Ma e’ vero che questo termine puo’ avere offeso e ci scusiamo”.