Milioni di locuste invadono campi e città in Africa: emergenza in Yemen, Arabia Saudita, Kenya e Somalia VIDEO


Pubblicato il 7 Febbraio 2020 16:41 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2020 16:56
milioni di locuste in africa

Milioni di locuste invadono campi e città in Africa

ROMA – Immagini inquietanti arrivano da diversi  paesi dell’Africa dove enormi sciami di locuste del deserto hanno invaso l’Arabia Saudita, lo Yemen, la Somalia e il Kenya con questi ultimi due paesi che hanno dichiarato lo stato di emergenza. Colpita anche l’Etiopia con i campi coltivati presi d’assalto.

L’invasione minaccia tutto il Corno d’Africa e secondo gli esperti è dovuta agli sbalzi meteorologici connessi al cambiamento climatico e alla prolungata siccità che ha colpito l’Africa nel 2019 e che ha costretto milioni di persone ad una migrazione forzata. L’Africa, è bene ricordarlo, isnieme all’Oceania è il continente che sta soffrendo più di tutti i cambiamenti climatici dovuti al surriscaldamento globale.

L’Onu avverte che questi sciami hanno “un potenziale distruttivo senza precedenti” e che si diffonderanno in altri Paesi se non aumenteranno gli sforzi per combatterli.

Le locuste possono spostarsi per oltre 150 chilometri ogni giorno. Come scrive 3BMeteo sono insetti famelici che viaggiano in sciami formati da milioni di individui. In poche ore sono in grado di distruggere un intero campo coltivato. Il fenomeno che ogni hanno interessa parti dell’Africa e dell’Asia, quest’anno si è presentato in modo allarmante.

Le uova delle Locuste, per schiudersi e dare origine alle larve, devono trovare condizioni climatiche adatte in cui devono essere elevate sia la temperatura sia l’umidità. Queste condizioni si sono create con le piogge arrivate diffuse, improvvise e abbondanti nelle zone desertiche a partire dall’autunno 2019. Queste piogge hanno interrotto il lunghissimo periodo di siccità che, oltre l’Africa colpiva il sudest asiatico, favorendo lo sviluppo delle larve di locuste che, nella norma, si sviluppano solo in angoli reconditi e umidi delle regioni desertiche. A seguire alcuni video che mostrano la situazione.

Fonte: YouTube, 3BMeteo, Corriere della Sera 

Yemen

Somalia 

Arabia Saudita