Esce il 29 ottobre “Yo no vengo a decir un discurso”, nuovo libro di Garcìa Marquez

Pubblicato il 6 Ottobre 2010 1:20 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2010 1:29

A sei anni dal suo ultimo romanzo “Memoria delle mie puttane tristi”, il 29 ottobre uscirà contemporaneamente in Spagna ed in America Latina, il nuovo libro del Premio Nobel per la letteratura Gabriel Garcia Marquez intitolato “Yo no vengo a decir un discurso” (Non vengo a fare un discorso): si tratta di 22 testi scritti per essere letti in pubblico.

La casa editrice Mondadori ha fatto sapere in un comunicato che i testi sono stati preparati da Garcia Marquez perché possano essere letti da lui stesso: vanno da un discorso che risale a quando aveva 17 anni e che era stato scritto per salutare i compagni che stavano per concludere il liceo di Zipaquirà, nel 1944, fino a quello letto a Madrid nel 2007 davanti alla Accademia della lingua e ai reali di Spagna, in occasione dei suoi 80 anni.

In tali testi, per lo più inediti, Garcia Marquez, che risiede da tempo in Messico, non solo sintetizza le sue ossessioni come scrittore, ma puntualizza alcuni dei temi che lo preoccupano come cittadino, tra i quali quelli della sua Colombia, la proliferazione nucleare, i disastri ecologici, il futuro della gioventù e l’educazione in America Latina.