Premio Pulitzer 2015: vince un giornale locale. L’elenco completo dei premiati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Aprile 2015 - 16:57 OLTRE 6 MESI FA
Premio Pulitzer 2015: vince un giornale locale. L'elenco completo dei premiati

Till Death Do Us Part: l’articolo del Post and Courier di Charleston (South Carolina) vincitore del Pulitzer

ROMA – Premio Pulitzer 2015: l’elenco completo dei premiati. Per la prima volta il riconoscimento più prestigioso per i giornalisti va a un quotidiano locale, il Post and Courier di Charleston, South Carolina. E si tratta del premio più importante, quello per il “servizio pubblico”. La scelto della giuria è andata “Till Death Do Us Part“, “Finché morte non ci separi”, una serie di inchieste di più autori sulla violenza domestica che sfocia nell’uxoricidio-femminicidio.

Il pezzo, secondo i giurati della Columbia University “spiega perché il South Carolina è tra gli Stati con il più alto tasso di mortalità tra le donne”. Il Post and Courier ha una redazione di 80 persone e una diffusione quotidiana di 85 mila copie. L’anno scorso avevano vinto le inchieste del Guardian e del Washington Post sulle rivelazioni di Edward Snowden e la Nsa (la National Security Agency americana).

Il resto dei premi: tre vanno al New York Times, fra i quali quello per il giornalismo investigativo (inchiesta su come i lobbisti influenzano la giustizia negli Usa) vinto insieme con il Wall Street Journal (articolo sul traffico dei dati sanitari privati degli americani). Questo l’elenco completo dei premi:

  • Servizio pubblico. La redazione del “The Post and Courier” di Charleston, South Carolina, per la serie di inchieste dal titolo Till death do us part, sulle violenze domestiche e i femminicidi.
  • Breaking news. La redazione del Seattle Times per come ha raccontato la frana nella contea di Snohomish, che ha ucciso 43 persone, e come in seguito ha spiegato che il disastro si poteva evitare.
  • Giornalismo investigativo. Eric Lipton del New York Times per come ha descritto le attività dei lobbisti negli Stati Uniti e la loro influenza sui giudici per proteggere i ricchi. La redazione del Wall Street Journal per gli articoli della serie Medicare unmasked sulle assicurazioni sanitarie.
  • Giornalismo divulgativo. Zachary R. Mider di Bloomberg News per aver spiegato come molte aziende statunitensi eludono le tasse e perché è difficile per i magistrati combatterle.
  • Giornalismo locale. Rob Kuznia, Rebecca Kimitch e Frank Suraci del Daily Breeze di Torrance, California, per un’inchiesta sulla corruzione in un piccolo distretto scolastico, condotta sul sito del quotidiano.
  • Giornalismo nazionale. Carol D. Leonnig del Washington Post, per le sue inchieste sul secret service, l’agenzia incaricata della sicurezza del presidente degli Stati Uniti e della sua famiglia.
  • Giornalismo internazionale. La redazione del New York Times per i suoi articoli sulla diffusione del virus ebola nell’Africa occidentale.
  • Feature writing. Diana Marcum del Los Angeles Times, per i suoi articoli sulla siccità nelle falde acquifere della Central Valley, in California.
  • Opinione. Lisa Falkenberg dello Houston Chronicle sulle condanne di persone innocenti nel sistema giudiziario statunitense.
  • Critica. Mary McNamara del Los Angeles Times per i suoi articoli che spiegano come i cambiamenti culturali abbiano influenzato la televisione.
  • Editoriale. Kathleen Kingsbury del Boston Globe per i suoi ritratti dei lavoratori nei ristoranti di Boston.
  • Vignette. Adam Zyglis del Buffalo News.
  • Fotografia breaking news. La redazione del St. Louis Post-Disptach per le foto delle proteste contro la polizia in seguito all’uccisione di Michael Brown a Ferguson.
  • Fotografia. Daniel Berehulak, freelance, New York Times, per i suoi scatti sull’epidemia di ebola in Africa occidentale.
  • Libri, teatro, musica:
  • Narrativa. All the light we cannot see di Anthony Doerr (Scribner)
  • Teatro. Between riverside and crazy di Stephen Adly Guirgis
  • Storia. Encounters at the heart of the world: A history of the Mandan people di Elizabeth A. Fenn (Hill and Wang)
  • Biografia. The Pope and Mussolini: the secret history of Pius XI and the rise of Fascism in Europe di David I. Kertzer (Random House)
  • Poesia. Digest di Gregory Pardlo (Four Way Books)
  • Saggistica. The sixth extinction: An unnatural history di Elizabeth Kolbert (Henry Holt)
  • Musica. Anthracite fields di Julia Wolfe (G. Schirmer, Inc.)