Sky offre 500 milioni a Dazn per i diritti della Serie A (in comproprietà): offerta rifiutata

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 10 Giugno 2021 8:59 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2021 8:59
Sky offre 500 milioni a Dazn per i diritti della Serie A (in comproprietà): offerta rifiutata

Sky offre 500 milioni a Dazn per i diritti della Serie A (in comproprietà): offerta rifiutata (Foto d’archivio Ansa)

Sky ha offerto a Dazn 500 milioni di euro per i diritti tv della Serie A. Mezzo miliardo per trasmettere insieme le partite del massimo campionato di calcio. Ma Dazn ha rifiutato, preferisce mantenere l’esclusiva. O forse è solo una mossa per alzare ulteriormente la posta.

Sky offre 500 milioni per i diritti Serie A, ma Dazn rifiuta

Il gruppo Dazn ha rifiutato un’offerta da 500 milioni di euro arrivata da Sky per condividere i diritti tv della serie A di calcio in Italia. Lo riferisce Bloomberg, citando fonti a conoscenza della vicenda.

Sky, viene riferito, avrebbe offerto di pagare questa cifra per tenere l’app Dazn sul suo set-top box, oltre al servizio satellitare, ma Dazn avrebbe respinto la proposta, dopo avere portato a casa, nel marzo scorso, un accordo per diventare la principale emittente di serie A per le prossime tre stagioni, per la cifra di 2,5 miliardi, investendo, secondo quanto riporta Bloomberg un miliardo di euro in tecnologia e col supporto finanziario del gestore telefonico Tim. 

L’offerta di Sky a Dazn

La Gazzetta dello Sport spiega i termini dell’offerta di Sky. 500 milioni di euro in cambio di sette partite. Infatti tre partite a giornata su 10 sono già in co-esclusiva. Sky avrebbe voluto trasmettere anche quelle 7 partite su un proprio canale satellitare (negli ultimi anni era il numero 209). E avrebbe inserito la app di Dazn su Sky Q. Ma Sky, almeno per il momento, ha rifiutato.