Il Fatto: “Sos Allarme tecnici. Spread sopra 500. Il vaffa di Di Pietro al Pd”

Pubblicato il 21 luglio 2012 0:54 | Ultimo aggiornamento: 21 luglio 2012 0:54

Il Fatto Quotidiano, prima pagina, 21 luglio 2012ROMA – “SOS Allarme tecnici”: il Fatto Quotidiano del 21 luglio apre con lo spread sopra quota 500. Nota il Fatto: “Lo scudo chiesto da Monti non esiste proprio ora che servirebbe. Salvare le banche spagnole con 100 miliardi europei non basta, Madrid ha urgente bisogno di altri soldi e il premier ammette: C’è il contagio”. Per Stefano Feltri: “L’ultimo tentativo coi mercati”. “Il senso della crisi – scrive – è nell’agenda di Monti: il primo agosto vola in Finlandia a trattare con l’inflessibile governo kaitanen, il giorno dopo vola a Madrid”.

Dalla colonna accanto Michele Boldrin si occupa dello scandalo dei tassi Libor. Titolo: “La cricca dei tassi truccati”. Lo scandalo ha coinvolto grandi banche internazionali ma “l’unica per ora ad essersi presa una legnata è Barclays”.

Al centro pagina “Il vaffa di Di Pietro” al Pd. In un’intervista con Stefano Caselli, il leader Idv parla di rottura insanabile con i democratici: la goccia è stata la questione Quirinale-Procura di Palermo. Di Pietro “rincara la dose su Napolitano: “Fossi ancora pm, chiederei una condanna politica”. Infine rivela: “I democratici mi dicono che faranno una legge elettorale per escludere noi e Grillo”.

Giuseppe Lo Bianco torna sulla Regione Sicilia: “Fuori gli indagati per mafia? La Sicilia vota no”. “Poteva marcare un’inversione di tendenza in una Sicilia sull’orlo del default, prigioniera dei tatticismi di Raffaele Lombardo: ma quell’emen- damento che lasciava fuori dalle stan- ze del sottogoverno regionale mafio- si, corruttori e pregiudicati di vario tipo è stato bocciato a scrutinio segreto”.

Nel suo editoriale Marco Travaglio se la prende con il sindacato della magistratura. Titolo: Anm (Ass. Naz. Muti) che si è “prontamente adeguata alla consegna del silenzio. Eppure bastava copiare ciò che si diceva l’anno scorso, quando ad attaccare i pm, anche con conflitti di attribuzione, non erano il Quirinale e Casini, ma Palazzo Chigi e B.”.

In chiusura di pagina la Bat-Strage di Denver, dove un folle omicida ha ammazzato 12 persone in un cinema dove proiettavano la prima del film di Batman.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other