Tim, Vodafone, Wind: scatta la corsa ai clienti ad alta fedeltà

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Agosto 2014 7:11 | Ultimo aggiornamento: 18 Agosto 2014 19:33
Tim, Vodafone, Wind: scatta la corsa ai clienti ad alta fedeltà

Tim, Vodafone, Wind: scatta la corsa ai clienti ad alta fedeltà

ROMA –  Tim, Vodafone, Wind: scatta la corsa ai clienti ad alta fedeltà. L’obiettivo è uno: prendere il monopolio dei consumi telefonici del cliente, dalla rete fissa ai telefonini passando per internet. In cambio, le compagnie telefoniche offrono dei pacchetti che dovrebbero garantire risparmio. Occhio però alla durata dei contratti e alle condizioni per il recesso.

Spiega tutto Alessandra Longo su Repubblica:

Adesso ci bastano 45 euro al mese per soddisfare tutte le nostre esigenze telefoniche e di navigazione Internet, sul fisso e sul cellulare. A patto però di legarci in toto a un solo operatore. La conquista totale del cliente è, dunque, la nuova strategia delle società che riservano sconti speciali sul telefono fisso e sull’Adsl a chi si abbona a una loro tariffa per il cellulare. O viceversa. Oppure lanciano offerte “convergenti”, che includano cioè tutto: chiamate illimitate su rete fissa (con o senza scatto), Adsl; e per il cellulare chiamate, sms e Internet.

L’offerta più in vista sul sito di Telecom ora è Tim Smart, a 39 euro al mese. Include Adsl 7 Mega, chiamate illimitate dal fisso verso tutti i numeri italiani, compresi i mobili (al solo scatto alla risposta di 19 cent); in più, su cellulare 400 minuti, 400 sms, 2 giga di Internet. Attenzione: si paga l’attivazione della linea, 97,60 euro, se si disdice il contratto prima dei 24 mesi (ulteriore incentivo a restare con questo operatore); ma ci sono anche 15 euro per l’attivazione della sim.
Wind concorre con le offerte “Super”. Una di queste – a 34,95 euro al mese, più 5 euro al mese di tassa per il cellulare – offre il doppio dei minuti su cellulare rispetto a Telecom e include anche chiamate dal fisso verso l’estero, con scatto alla risposta di 18,15 cent e Adsl 20 megabit (le altre condizioni sono uguali a Tim Smart). A 44,95 euro al mese, le chiamate illimitate dal fisso diventano senza scatto. Attenzione a una clausola: i canoni aumentano di 5 euro al mese (e quindi si supera il costo di Tim Smart) per gli utenti non forniti da rete diretta di Wind. Né è possibile evitare il costo di attivazione: 20 euro per chi chiede la portabilità del numero (altrimenti, 39,99 euro).

La strategia di Fastweb è diversa. Quest’operatore, che ha appena superato Vodafone per quota di mercato sul fisso conquistando il terzo posto, sconta 5 euro al mese le offerte cellulari a chi ha una rete fissa. Ad esempio, 20 euro al mese (invece di 25) per chiamate, sms, Internet senza limiti su cellulare (di cui i primi 5 giga veloci e il resto a velocità ridotta a 64 Kbps). Telecom invece raddoppia i giga inclusi nelle offerte mobili a chi ha un suo abbonamento di rete fissa.

Vodafone da tempo include una chiavetta e Internet mobile nelle offerte Adsl. Ora sconta anche di 10 euro al mese queste ultime, a chi ha un abbonamento cellulare: così si può avere a 19 euro al mese (invece di 29) l’offerta Super Adsl (7 megabit a casa, più 1 giga su chiavetta; anche questa offerta ha un costo di attivazione di 99 euro, rateizzabili, e uno extra di uscita per chi disdice prima di 24 mesi). L’abbonamento mobile va pagato a parte.

Queste mosse forse non basteranno a invertire la tendenza negativa di un settore che ancora nel 2013 ha perso il 10,7% di ricavi (dati Ag-Com). Ma segnalano comunque gli sforzi degli operatori di stabilizzare il quadro.