MotoGP a Misano, grande festa italiana, Dovizioso e Morbidelli con Valentino Rossi vogliono dominare la scena

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 19 Settembre 2021 - 07:00 OLTRE 6 MESI FA
Nella foto: Andrea Doviioso a Misiano

Nella foto: Andrea Doviioso a Misiano

MotoGp, febbre a Misano tempio della velocità. Ci si sta preparando al “GP San Marino  e Riviera di Rimini“ (oggi, domenica 19 settembre, ore 14, ecco dove vederlo ). Un weekend con 25mila spettatori al giorno. C’è da festeggiare Valentino Rossi, che si sta preparando alla uscita di scena.

Torna Morbidelli dopo l’incidente al ginocchio sinistro; ha saltato gli ultimi 5 Gp. È smanioso di riprendere sulla pista amica dove di fatto è cresciuto. Si rivede Dovizioso, già alla ventesima stagione e farà coppia con Valentino. E che coppia!

Si annuncia una grande festa italiana di MotoGp. Il trio vecchie volpi – Rossi, Dovizioso, Morbidelli – cercherà di rubare la scena a Pecco Bagnaia reduce dal trionfo di Aragon. Una parola.

Molta curiosità suscita Andrea Dovizioso che all’età di 35 anni debutta in Yamaha. Dopo un anno sabbatico nel corso del quale ha flirtato con Aprilia (addirittura tre giorni di test). Il suo rientro in Top Class pone un interrogativo: colpo Yamaha o scommessa del forlivese?  

Comunque è certo che Dovizioso sarà in sella Yamaha anche nel 2020. Dopo otto anni in Ducati, il miglior pilota italiano di questi ultimi anni si riprende il posto di prestigio che merita. Va a prendersi il posto di Morbidelli passato al team ufficiale, quindi con la più aggiornata delle M1. Un bel salto. Il trasferimento interno ha reso possibile il grande ritorno di Dovi. E sarà competitivo.

E la Ducati che farà? Dopo il successo in terra spagnola – da brividi il corpo a corpo negli ultimi tre giri di Pecco e Marquez, entrambi fenomenali – è lecito puntare al bis. Per riaprire concretamente il Motomondiale saldamente nelle mani di Quartararo (53 punti di vantaggio.

La pista di Misano pare più adatta alla Yamaha del francese. Tuttavia non sarà male ricordare che qui la Ducati ha comunque vinto un paio di volte, con Casey Stoner nel 2007 e con Dovizioso nel 2018. E che  le vittorie italiane sono complessivamente 6.

Ricordiamo i vincitori: Lucchinelli  nel 1981, tre volte Valentino Rossi ( 2008, 2009, 2014), Dovizioso nel 2018 e Morbidelli nel 2020. Ammette il team manager della Ducati, il ravennate Davide Tardozzi:” Lo so, Misano è una pista Yamaha però possiamo vincere . Bagnaia è forte e la nostra moto e’ in crescita. Abbiamo il dovere di provarci e dare fastidio a Quartararo. A Misano il bis ci sta “.