Capodanno a Roma con Venditti, il Pd: “Da ‘Grazie Roma’ a ‘Grazie Alemanno'”

Pubblicato il 17 Dicembre 2009 17:03 | Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2009 17:03

venditti«Antonello Venditti icona storica del cantautorato di sinistra fu tra i primi a sdoganare il sindaco Alemanno, oggi la contropartita culturale di quell’apertura di ‘credito’ e’ il grande concerto di Capodanno che il Sindaco gli ha affidato a cui seguirà anche un tour per i locali di Roma dove il cantante accompagnerà il sindaco». Lo dichiara Paolo Masini, consigliere comunale del Pd.

«Vorrei sapere da Venditti – aggiunge Masini – se la città sporca, non solidale, chiusa, omofoba e xenofoba è la città che descrive in brani come ‘Che c’è’ o se la Roma di Alemanno fatta di nomine come quella di Andrini all’Ama o di ordinanze contro i lavavetri e gli artisti di strada fino ad arrivare ai finanziamenti a Casa Pound è la Roma che ci raccontava in ‘Sora Rosa’».

«Essendo cresciuto come tanti romani con le sue canzoni intrise di ideali e valori – conclude Masini – è triste constatare che siano acqua passata e che anche lui come Mario Capanna, presti il fianco ad una Giunta che sta facendo tornare indietro Roma, una Giunta che come voto di fine anno si avvicina molto ad uno ‘Zero Assoluto’».