Cancro al seno, in Nuova Zelanda è vietato far vedere capezzoli: spot censurato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Ottobre 2013 18:59 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2013 18:59
Cancro al seno, in Nuova Zelanda è vietato far vedere capezzoli

Cancro al seno, in Nuova Zelanda è vietato far vedere capezzoli

WELLINGTON (NUOVA ZELANDA) – Una pubblicità pensata per spiegare come il cancro al seno modifica il corpo femminile, in Nuova Zelanda è stata censurata perché giudicata troppo “cruda”.

Lo spot mostra l’attrice scozzese Elaine C Smith con delle foto reali di seni di donne affette dal cancro. In Gran Bretagna, lo spot non aveva avuto problemi: in Scozia aveva convinto molte donne a rivolgersi al proprio medico.

La Nuova Zelanda invece ha proibito lo spot per una legge che vieta alle tv neozelandesi di mostrare i capezzoli in tv. La New Zealand Breast Cancer Foundation è stata costretta a coprirli con pallini, palloncini e cupcakes, facendo perdere significato ad uno spot basato sull’efficacia delle immagini.

La pubblicità mostra l’attrice Smith mentre tiene in mano una serie di cartelli con le immagini del seno affetto dal cancro. Lo spot insiste spiega che oltre alle piccole protuberanze, un cancro al seno viene annunciato da piccoli dolori, cambiamenti della pelle e modificazioni del capezzolo. In Gran Bretagna, il soli tre mesi 21mila donne hanno contattato il loro medico di famiglia per avere informazioni sui sintomi del cancro al seno, il 50% in più rispetto alle quasi 14mila dello stesso periodo nel 2011.

A seguire la versione scozzese dello spot che in Nuova Zelanda è stato censurato: