Roma, ragazza violentata al Pigneto: arrestato tunisino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 agosto 2015 9:52 | Ultimo aggiornamento: 7 agosto 2015 9:52
Roma, ragazza violentata al Pigneto: arrestato tunisino

Foto d’archivio

ROMA – Violenza sessuale ai danni di una romana di 18 anni, fermato il responsabile. L’aggressione è avvenuta il 20 luglio scorso in piazza Caballini, dietro al deposito Atac nel quartiere Pigneto a Roma. I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia Roma Piazza Dante hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un 30enne, tunisino, già conosciuto alle forze dell’ordine e senza fissa dimora.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, la vittima, che in un primo momento aveva accettato la compagnia dell’uomo, dopo quattro chiacchiere e una breve passeggiata, arrivati nei pressi del deposito Atac di piazza Caballini, era stata afferrata e trascinata in un posto appartato e, sotto la minaccia di un coltello, violentata.

Il Messaggero spiega:

Sconvolta dall’accaduto e sotto shock, la giovane è riuscita a chiedere aiuto ai dipendenti del deposito che hanno subito avvisato il 112 dei carabinieri. La ragazza è stata soccorsa e, tramite il 118, trasportata all’ospedale San Giovanni Addolorata dove è stata visitata e medicata. Grazie alla descrizione fornita dalla vittima e dai primi soccorritori, che sono riusciti a vedere l’uomo poco prima che fuggisse, i carabinieri hanno avviato le indagini e sono riusciti a identificare il 30enne. Il fermo dell’uomo è stato convalidato dal gip del Tribunale di Roma e tramutato in custodia cautelare presso il carcere di Regina Coeli.