Catalogna stato sovrano, ma Rajoy ne assume la presidenza e sospende autonomia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 ottobre 2017 9:22 | Ultimo aggiornamento: 28 ottobre 2017 9:22
catalogna-spagna-rajot

Catalogna stato sovrano, ma Rajoy ne assume la presidenza e sospende autonomia

BARCELLONA – Catalogna stato sovrano dopo il voto di ieri. Ma il premier spagnolo Mariano Rajoy ha assunto direttamente la presidenza della Catalogna e i suoi ministri le altre competenze. La Gazzetta Ufficiale (il Boletin Oficial del Estado) ha infatti pubblicato sabato mattina che il presidente del governo centrale spagnolo assume le funzioni e le competenze che corrispondono al presidente della Generalitat previste nello statuto di autonomia. Di fatto è l’avvio del “commissariamento” della regione nell’ambito dell’articolo 155 della Costituzione, la cui applicazione è stata approvata venerdì dal Consiglio dei Ministri e ratificata dal Senato, a Madrid.

Il comandante dei Mossos d’Esquadra, la polizia regionale catalana, Josep Lluis Trapero, è stato invece rimosso con un ordine del ministero degli Interni spagnolo. Anche la rimozione di Trapero – che ieri non era stata annunciata dal governo spagnolo – è prevista dall’attivazione dell’art. 155 della Costituzione per il commissariamento della Catalogna.

Trapero è accusato di sedizione dalla magistratura spagnola per le manifestazioni a Barcellona del 20 e 21 settembre. Insieme a lui sono indagati per lo stesso reato i presidenti delle due principali organizzazioni della società civile indipendentista, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, che sono stati arrestati il 16 ottobre. Trapero, invece, è in libertà vigilata con l’obbligo di non uscire dal territorio spagnolo.