Elezioni Spagna: niente maggioranza, di nuovo. Ma l’ultradestra Vox raddoppia i seggi

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 10 Novembre 2019 20:24 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2019 20:24
Elezioni Spagna: niente maggioranza, di nuovo. Ma l'ultradestra Vox (terzo partito) raddoppia i seggi

Elezioni Spagna (Foto d’archivio Ansa)

ROMA – Elezioni in Spagna: i socialisti sono primo partito ma non hanno i numeri per governare. Di nuovo: siamo a novembre ma sembra di essere tornati a 7 mesi fa, quando le urne non portarono a nessuna vera maggioranza. La vera notizia di giornata è però l’exploit di Vox, la formazione di ultradestra che si classifica terza (dietro i socialisti e i popolari). Si tratta di exit poll, condotte dall’emittente Rtve, per cui non si può parlare ancora di dati definitivi. Ma i dati definitivi difficilmente si discosteranno molto da questo trend. Ricordiamo che in Spagna si vota di nuovo adesso dopo che il voto di aprile aveva portato a un Parlamento che non era stato in grado di sostenere alcuna maggioranza di governo.

I socialisti spagnoli del Psoe si confermano primo partito conquistando fra i 114 e i 119 seggi al Congresso (rispetto ai 123 uscenti), stando al sondaggio a campione condotto dall’emittente Rtve, che fornisce le prime indicazioni sul voto. Secondo il Partido Popular, al quale il sondaggio attribuisce fra gli 85 e i 90 deputati, mentre l’ultradestra di Vox ne otterrebbe fra i 56 e i 59. Nessuno ha la maggioranza necessaria per governare.

Il partito di ultradestra spagnolo Vox avrebbe ottenuto alle elezioni di oggi più del doppio dei 24 seggi che aveva avuto alle elezioni dello scorso aprile. Secondo il sondaggio a campione condotto dall’emittente Rtve, Vox potrebbe contare su una forbice tra 56 e 59 seggi, diventando la terza forza della politica spagnola dopo socialisti e popolari.

Elezioni Spagna: nessuna coalizione raggiunge la maggioranza.

Secondo i primi exit poll delle elezioni generali spagnole anche questa volta nessuna coalizione raggiunge la maggioranza assoluta. I dati di Gad3 elaborati per Rtve danno un leggero vantaggio alla destra. Il blocco Pp-Vox-Ciudadons raggiungerebbe tra i 155 e i 164 seggi, ben oltre i 147 delle precedenti elezioni. Il blocco di sinistra si fermerebbe tra i 147 e 156 seggi. Allo stato attuale, i socialisti perdono tra 4 e 9 deputati, mentre Podemos ne perde tra gli 8 e i dodici rispetto al voto del 28 aprile scorso. La nuova formazione di sinistra Mas Pas ne ottiene 3. I Popolari crescerebbero tra i 19 e i 24 deputati. (Fonte Ansa e Agi).