Germania. Roesler sprona i liberali: “Al centro c’è posto per noi”

Pubblicato il 20 Aprile 2012 - 22:11 OLTRE 6 MESI FA

BERLINO – Ha invitato i Liberali tedeschi alla determinazione e a occupare lo spazio rimasto vuoto ”al centro”, dal momento che la Bundeskanzlerin gioca sul terreno dei socialdemocratici. Philippe Roesler, leader dell’Fdp, e’ alla vigilia di una giornata importante: domani al congresso di partito do Karlsruhe si giochera’ una delle ultime chance.

Lo scossone che tutti attendevano da lui per i liberali tedeschi, il cui consenso e’ andato polverizzandosi in questi mesi a livello federale, non e’ mai veramente arrivato.

Il tocco magico del giovane ministro dell’Economia che avrebbe dovuto rilanciare il partito, raccolto dalle mani del predecessore Guido Westerwelle, non ha funzionato. E il fallimento e’ sotto gli occhi di tutti: oggi lo ha dichiarato apertamente apertamente ad esempio un liberale come Dirk Niebel, ministro dello Sviluppo.

Tuttavia cambiare leadership ancora una volta sarebbe troppo rischioso. E i Liberali hanno adottato una linea attendista, cercando di recuperare sul piano dei contenuti, piuttosto che puntando su nomi nuovi.

”Deve riportare il partito su una linea offensiva”, gli suggerisce ad esempio l’euroribelle Frank Schaeffler, spina nel fianco nei mesi in cui a far tremare il partito era un referndum interno sul fondo salvastati, che avrebbe potuto portare alla rovina del governo Merkel.

Intanto pero’ nel partito alla deriva che ha vissuto per mesi l’incubo dell’autodissoluzione, un barlume di speranza e’ arrivato dai sondaggi delle ultime due settimane. Con l’istituto Forsa che ha registrato quel 5% di consensi, fondamentali per rimanere i Parlamento.