Soraya Post, la prima eurodeputata femminista e rom. In Svezia ha preso il 5,3%

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Maggio 2014 11:27 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2014 11:27
Soraya Post, la prima eurodeputata femminista e rom. In Svezia ha preso il 5,3

Soraya Post, la prima eurodeputata femminista e rom. In Svezia ha preso il 5,3

STOCCOLMA – Femminista, rom e antirazzista: Soraya Post, svedese di 57 anni, si è conquistata un seggio al Parlamento europeo, rastrellando la cifra record del 5,3%. Sarà lei a tingere di rosa il parlamento europeo: il suo è il primo seggio mai conquistato da una femminista.

La leader del partito svedese “Iniziativa Femminista” si è conquistata i suoi voti porta a porta, al grido di “femministe al posto dei razzisti” e senza soldi pubblici. Alla notizia del successo ottenuto alle urne, Soraya ha twittato:

“Dimostreremo a tutti che un nuovo modo di fare politica è possibile. Oggi abbiamo fatto la storia, lo sapete vero? Ci siamo riuscite grazie alla forza dell’amore”.

Aborto, parità di retribuzione a prescindere da genere, età e etnia sono stati i punti su cui il partito più si è speso in questa campagna elettorale. E poi: un maggiore impegno per l’uguaglianza di genere e i diritti degli omosessuali e contro le discriminazioni.

Soraya, nata in una famiglia rom, la sua è una battaglia anche personale:

“Per molti anni ho vissuto come cittadina di serie B. Il femminismo deve diventare parte integrante di tutte le politiche europee, a cominciare dal budget per esempio. Voglio combattere per migliorare la situazione dei rom e per far questo bisogna essere dove si decide, nei palazzi del potere. Non appena sarò eletta mi metterò al lavoro”.