Agende presidenziali a confronto: il giorno summit, la sera bunga bunga

Pubblicato il 19 Gennaio 2011 19:27 | Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio 2011 19:27

Francesca Cipriani in un calendario sexy del 2007

Il 25 e il 26 settembre 2010 è un fine settimana, ma l’agenda del premier Berlusconi è ugualmente fitta: sta preparando il discorso da pronunciare al Parlamento per il voto di fiducia del 29 settembre. Registra anche un video messaggio per il sito dei Promotori della Libertà. Ma la sera, lo scenario è quello delle “serate rilassanti” (il copyright è dello stesso Berlusconi): 15 ragazze passeranno da Arcore alternandosi al palo della lap dance.

Il 27 maggio Berlusconi è a Parigi: vertice Ocse. La sera è impegnatissimo al telefono: chiama la questura di Milano per far uscire Ruby, “la nipote di Mubarak” e lasciarla in affido a Nicole Minetti. In tutto la procura milanese che ha indagato Berlusconi per prostituzione minorile e concussione, ha contato 45 serate in dieci mesi. Serate affollate di ragazze e quasi semrpe organizzate dal trio Mora-Fede-Minetti. Le cellule telefoniche forniscono orari precisi.

Il 14 febbraio è la sera in cui Ruby fa il suo primo ingresso ad Arcore. La prima di 13 notti, così ricostruiscono gli investigatori. Quella notte la ragazzina arriva con Nicole Minetti. Ruby torna la sera del 20: entra alle 22 ed esce alle 19 del giorno successivo. Il presidente deve aver apprezzato, perché Ruby è ad Arcore praticamente ogni settimana: il 27 e il 28 febbraio, quando all’Aquila c’era la protesta delle carriole e nei mesi successivi.

Più avanti, la sera tra 12 e 13 luglio, Berlusconi pronuncerà la famosa battuta “Non sono un play boy, sono un play old”. La notte l’ex prefetto napoletano Carlo Ferrigno raccontava al telefono: “Quella mi chiamava pur essendo lei una puttanella (si riferisce a duna delle ospiti della nottata, ndr) è rimasta esterrefatta quando stavano tutte discinte in mutande”.

Il 25 agosto Fede parla al telefono con Mora: “Lui è pieno, pimpante, è la serata giusto, ma chi trovo?”. Mora risolve tutto: “Faccio io due chiamate”. Il 5 settembre quattro ragazze sarebbero state ricompensate in denaro e monili d’oro. Il 19 settembre gli ospiti sono 28, di cui 24 donne. Francesca Cipriani il giorno dopo dirà al telefono di aver ricevuto un bracciale con brillante da 2mila euro.