Beppe Grillo: “O vince M5s o ci saranno le barricate. Noi arginiamo la rabbia”

Pubblicato il 14 Maggio 2013 - 18:45 OLTRE 6 MESI FA
Beppe Grillo: "O vince M5s o ci saranno le barricate. Noi arginiamo la rabbia"

Beppe Grillo, Vito Crimi e Roberta Lombardi (foto Lapresse)

CORATO (BAT)- Beppe Grillo: “O vinciamo noi o ci saranno le barricate”. Secondo Grillo, quindi, solo il Movimento del 5 Stelle può evitare la rivolta civile in Italia. Grillo era ad un comizio a Corato, in Puglia.

Ecco cosa ha detto: ”Io spero in una nostra affermazione totale perché se non ci affermiamo noi ci saranno le barricate, si dovranno assumere loro la responsabilità. Noi dei 5 Stelle la rabbia la stiamo tenendo, senza di noi esploderà”.

Generazioni che non si capiscono

”A Brescia ho visto le piazze e le facce delle persone e mi sono spaventato perché ho visto due generazioni che non si capivano: i vecchi a cui sembrava normale Berlusconi e i giovani che protestavano. L’Italia è divisa tra chi non ha più niente e chi galleggia”.

”C’erano i vecchi che erano stupiti perché i giovani gridavano per qualcosa che loro non capivano perché per loro è una cosa normale Berlusconi che parla male della magistratura e dice che abolirà l’Imu”. ”I vecchi hanno vissuto una infanzia e una gioventù  diversa da quella dei giovani”.

“Hanno paura di noi”

”Non ci danno le Commissioni, né il Copasir né la Vigilanza Rai che spettano all’opposizione, perché hanno paura di noi”. ”Le danno all’opposizione finta, all’opposizione del due per cento di Fratelli d’Italia che sono entrati con loro e che fingono di stare all’opposizione”.

“I partiti sono scomparsi”

”I partiti sono scomparsi, c’e’ un modulo unico e a settembre ottobre crollerà tutto perché Berlusconi vuole le elezioni, il Pd sarà scomparso e ci saremo solo noi e il nano”.

”A ottobre, massimo novembre – ha continuato Grillo – succederà come highlander perché ne resterà solo uno, resteremo solo noi”. ”Noi siamo la protezione civile – ha concluso – dovremo prenderci un paese in macerie”.