Berlusconi e quella Costituzione “cattocomunista”: “Governare con queste leggi è un inferno”

Pubblicato il 10 Giugno 2010 18:48 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2010 18:50

[podcast]http://www.blitzquotidiano.it/wp/wp/wp-content/uploads/2010/06/berlusconi2.mp3[/podcast]

Era un Silvio Berlusconi scatenato quello che il 9 maggio ha attaccato apertamente la Costituzione: “Governare con questa Costituzione è un inferno”, ha detto il premier dinanzi alla composta platea della Confartigianato.

berlusconi confartigianatoIl Cavaliere ha lanciato i “soliti” strali contro le leggi “cattocomuniste” che “danneggiano la libera imprenditoria”, visto che le imprese sono citate “solo nell’articolo 41”.  Dunque, secondo il premier la Costituzione è molto “datata” e va modificata: “Si parla molto di lavoro e quasi mai di impresa, che è citata solo nell’articolo 41. Non è mai citata la parola mercato. Pensiamo a una legge ordinaria, ma serve anche riscrivere l’articolo 41 della Costituzione”.

Il presidente del Consiglio infine afferma che il suo governo cercherà di limitare il potere d’intervento dello Stato.