Berlusconi: “Felice di candidarmi alle europee. Servizi sociali? Ridicolo…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Marzo 2014 21:13 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2014 21:13
Silvio Berlusconi (foto LaPresse)

Silvio Berlusconi (foto LaPresse)

MONTECATINI TERME (PISTOIA) – Una telefonata per dire che si candiderà alle Europee e che l’idea di dover fare i servizi sociali è ridicola. Silvio Berlusconi è battagliero e in clima di campagna elettorale. E un obiettivo politico chiaro: togliere i voti al Movimento 5 Stelle.

Così, al telefono a una iniziativa di Forza Italia a Montecatini, sull’ipotesi di una sua candidatura alle europee, spiega:

“Sarò felice di essere in campo nelle 5 circoscrizioni che sempre mi hanno dato tra i 600 ed i 700.000 voti ciascuna. Spero di poter avere velocemente una risposta dalla Corte europea”.

Su Berlusconi, però, incombe la decisione dei giudici su come dovrà scontare la sua condanna per evasione fiscale. E l’ex premier non gradisce l’ipotesi (probabile) dei servizi sociali:

 “Attendo la decisione del 10 aprile, e cioè di sapere se dovrò andare in carcere, ai domiciliari o ai servizi sociali”. Cosi’ Silvio Berlusconi, intervenuto al telefono a una iniziativa di Forza Italia a Montecatini riferendosi alla decisione dei giudici di Milano sulla sua condanna. Quella dei servizi sociali, ha detto è la soluzione “più ridicola per una persona della mia età, una persona di stato, di sport e di impresa: e’ ridicolo, sia per me sia per l’Italia, riabilitarla attraverso l’assistenza sociale”

Obiettivo: voti M5s. Ci sono anche gli elettori del M5S nell’obiettivo di Silvio Berlusconi di raggiungere i delusi della politica e chi ha votato piccoli partiti con un voto “inutile e dannoso”. “Puntiamo agli elettori del M5S delusi da come i loro rappresentanti si comportano in Parlamento”, ha detto Berlusconi. “Inutile invece cercare di contattare chi vota Pd – ha aggiunto il Cav che non ha mai citato Renzi – poichè sono elettori militanti”.