Berlusconi minaccia, Napolitano risponde: “Monti avanti fino ad aprile”

Pubblicato il 30 Ottobre 2012 12:16 | Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre 2012 12:24
Il presidente Giorgio Napolitano ha risposto alle minacce di Berlusconi: "No ad una scadenza anticipata per la legislatura" (Foto Lapresse)

Il presidente Giorgio Napolitano ha risposto alle minacce di Berlusconi: “No ad una scadenza anticipata per la legislatura” (Foto Lapresse)

ROMA – Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano risponde indirettamente all’ultimo discorso di Silvio Berlusconi e rinnova il sostegno al presidente del Consiglio Mario Monti: “Si vada alla scadenza naturale della legislatura e del settennato”, ha detto il capo dello Stato, in risposta alle minacce di Berlusconi di togliere la fiducia all’esecutivo, mettendone a rischio la sopravvivenza.

“C’è molto da fare per il governo e il Parlamento di qui alla scadenza naturale della legislatura”, ha detto Napolitano, parlando al Quirinale. Il presidente è però tornato a chiedere una riforma elettorale, e ha chiesto ai partiti di fare la propria parte: “Quella di primavera è una scadenza sufficientemente vicina da consentire alle forze politiche di prepararsi a riassumere pienamente il loro ruolo nella vita istituzionale, sottoponendo al corpo elettorale, liberamente, le loro diversificate analisi e piattaforme programmatiche”.

Napolitano ha anche parlato del pareggio di bilancio in Costituzione, come chiesto dall’Unione Europea: “Non si è ancora ben apprezzata l’importanza” della riforma dell’articolo 81 della Costituzione sul pareggio di bilancio. E, ha sottolineato il presidente, non sono state ancora ben comprese “le sue implicazioni in materia di controllo della finanza pubblica e quindi di ruolo della Corte dei Conti”.