D’Alema: “Monti in campo contro Bersani? Politicamente immorale”

Pubblicato il 14 Dicembre 2012 - 09:15 OLTRE 6 MESI FA
Massimo D’Alema (Foto Lapresse)

ROMA – Se Mario Monti dovesse scendere in campo contro il leader democratico Pier Luigi Bersani, sarebbe “politicamente immorale”. E’ l’opinione espressa chiaramente dal presidente del Copasir, Massimo D’Alema, in un’intervista al Corriere della Sera. “L’ho detto a Monti personalmente, ora glielo dico pubblicamente: sta logorando la sua immagine. Preservi se stesso, sia utile al Paese, non si faccia coinvolgere negli spasmi di una crisi politica sempre piu’ convulsa e sconcertante per i cittadini”.

Secondo D’Alema ”Monti non si deve candidare” ed anzi deve sgombrare il campo da ogni equivoco sul suo nome e sul suo futuro. Su Silvio Berlusconi che ha offerto il sostegno del centrodestra a Monti, D’Alema dice: “E’ una mossa disperata per ribadire il suo potere sul centrodestra. Però mette in rilievo il rischio che sta correndo in questo momento la figura del presidente del Consiglio” e cioè quello “che venga meno la coerenza con il ruolo che gli e’ stato assegnato e che ha svolto fin qui con grande correttezza”.

D’Alema respinge l’idea che la sua sia una posizione difensiva nel timore di perdere le elezioni: ”Siamo nelle condizioni di vincere comunque, non abbiamo paura di confrontarci. Non è questo il problema. Trovo solo che sarebbe illogico e in qualche modo moralmente discutibile che il Professore scenda in campo contro la principale forza politica che lo ha voluto e lo ha sostenuto nell’opera di risanamento. Avendo grande stima di lui spero che non lo farà. Ad ogni modo non si può più andare avanti con questa incertezza sul suo futuro: è meglio che chiarisca al più presto”.

Con l’offerta, in cambio, di andare al Quirinale? ”Qui stiamo parlando del futuro del Paese e delle istituzioni – replica D’Alema – non stiamo mettendo all’asta delle poltrone”. Per quanto riguarda la possibile candidatura di Monti alla testa di una lista di centro, poi osserva: ”Se personalità come Montezemolo hanno intenzione di candidarsi lo facciano senza nascondersi dietro il suo nome”.