Alessandro Di Battista: “Al Quirinale Salvini accanto a Berlusconi sembrava Dudù”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 aprile 2018 20:58 | Ultimo aggiornamento: 13 aprile 2018 20:58
Alessandro Di Battista: "Al Quirinale Salvini accanto a Berlusconi sembrava Dudù"

Alessandro Di Battista: “Al Quirinale Salvini accanto a Berlusconi sembrava Dudù”

ROMA –  “Salvini ieri sembrava Dudù, Berlusconi parlava e lui muoveva la bocca. Tutto questo segnala qualcosa che non va in questo paese. Mi auguro che questo Paese possa liberarsi del berlusconismo”. Lo ha detto Alessandro Di Battista a margine di un incontro al Festival del Giornalismo di Perugia. “Spero che Salvini abbia il coraggio di staccarsi da Berlusconi, ma forse non può farlo – ha aggiunto – Forse ci sono cose che non sappiamo. Si parla di fideiussioni, di quattrini dati alla Lega…”.

“Io dico no a Forza Italia e dico no a Berlusconi. Forza Italia è Berlusconi, è un partito padronale ed è l’emblema del berlusconismo, di quello spirito che ha pervaso e contaminato questo Paese dell’illegalità e della distruzione morale”, ha aggiunto.

“È giusto rispettare chi sta portando avanti il lavoro – ha puntualizzato – ma in nessun paese al mondo un ineleggibile e incandidabile, sbattuto fuori dal Parlamento, con una condanna per frode fiscale e finanziatore acclarato di un’organizzazione criminale che ha fatto saltare in aria Falcone e Borsellino, avrebbe ancora questo potere e questa capacità di tessere trame e costringere Salvini a un timore reverenziale nei suoi confronti. Non so come fa Forza Italia a rimanere legata a questo personaggio”.