Elezioni Sicilia, la signora malata e quel voto “strano” al Pd. Figlio denuncia, video su Striscia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 novembre 2017 8:35 | Ultimo aggiornamento: 8 novembre 2017 9:37
elezioni-sicilia-brogli

Elezioni Sicilia, la signora malata e quel voto “strano” al Pd. Figlio denuncia, video su Striscia

ROMA – C’è un video, girato a Gravina di Catania, che circola sul web: si vede una donna alla reception di una casa di riposo che, interrogata da un uomo che si dice figlio di un’ospite, afferma che qualcuno, con tanto di autorizzazione, ha portato l’anziana a votare. L’uomo spiega che solo lui o il fratello avrebbero potuto rilasciare l’autorizzare, essendo la madre interdetta, e aggiunge di essere a conoscenza di altre vicende simili.

Il video è stato pubblicato su Facebook da Angelo Ferlazzo, di Terrasini, cittadina in provincia di Palermo. Ferlazzo, un attivista del Movimento 5 stelle, ha condiviso il video dove si vede un uomo recarsi in una casa di cura di Gravina di Catania chiedendo se sua madre, Piera di 88 anni, interdetta e con gravi problemi di disabilità, abbia votato nel seggio speciale lì adibito. E, secondo quanto si vede nel video, sul registro della casa di cura risulterebbe che la donna abbia votato. E l’uomo nota come la firma della madre sia falsa.

“E chi l’ha fatta votare? Solo mio fratello poteva dare l’autorizzazione, lei è interdetta”, protesta il presunto figlio nel video. E attacca: “Come lei hanno fatto votare tutte le altre persone (della casa di cura, ndr), hanno votato a Sammartino, hanno votato”.

La signora Piera, per onor di cronaca, è residente a Giardini Naxos, provincia di Messina, ma è domiciliata in una casa di cura di Gravina.

Dopo le migliaia di reazioni a questo video, è intervenuta anche Striscia la Notizia che ha intervistato il protagonista del video, un tale Enzo (QUI IL SERVIZIO). L’uomo intervistato dall’inviata del tg satirico Stefania Petyx, ha rivelato come sua mamma abbia votato per il Pd. Anche un’altra anziana presente nella casa di cura dove sarebbe avvenuto il fatto ha ammesso di esser stata spinta a votare per il Partito Democratico in cambio di creme per il viso che usa abitualmente.

Il video è già stato acquisito dalle forze dell’ordine per le verifiche sul caso. La Procura di Catania starebbe già indagando. “Stiamo attendendo la relazione dei carabinieri”, conferma il procuratore Carmelo Zuccaro, senza aggiungere altro perché spiega, “è un’inchiesta che richiede attenzione, rapidità e riservatezza”.

 

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other