Fisco, Bersani: “Le politiche della destra un aiuto all’evasione”

Pubblicato il 3 Aprile 2011 14:27 | Ultimo aggiornamento: 3 Aprile 2011 14:28

Pier Luigi Bersani (foto LaPresse)

ROMA – ”La drammatica crescita dell’infedeltà fiscale distrugge ogni prospettiva per il Paese. Una lotta seria all’evasione si può fare ma la destra non vuole farla”. Lo afferma il segretario del Pd Pier Luigi Bersani che sottolinea come ”la politica del solo intervento a valle dell’evasione, dei continui condoni, della cancellazione delle norme predisposte dal centrosinistra si è accompagnata all’aperta condiscendenza berlusconiana verso chi ostacola il fisco come si ostacolerebbe un intruso”.

”Non c’è da stupirsi – sostiene Bersani – che, piuttosto che miglioramenti, si siano fatti passi indietro nella fedeltà fiscale. Dal 1996 al 2001 i dati dicono che l’evasione Iva calò di 20 punti. Nel 2007 si ridusse di 5 punti, tornando a crescere appena tornò la destra”.

”Questi sono fatti. Noi – sottolinea il segretario del Pd – non siamo giustizialisti fiscali. Noi vogliamo portare la fedeltà fiscale alla media europea. Abbiamo in questi mesi presentato una riforma fiscale che mette le risorse rivenienti dalla lotta all’evasione in alleggerimento fiscale per l’impresa, il lavoro e le famiglie numerose”. ”Si può fare. Non lo si potrà fare in questo quadro politico” conclude Bersani.