Enrico Flauto (Fli): “La Pascale come la Minetti, lasci la poltrona”

Pubblicato il 20 luglio 2012 22:03 | Ultimo aggiornamento: 20 luglio 2012 22:13
Francesca Pascale

Francesca Pascale

NAPOLI – Dopo Nicole Minetti anche la consigliera provinciale di Napoli, Francesca Pascale, si è guadagnata l’attenzione di alcuni antagonisti per scarsa partecipazione alle attività di consiglio. Tanto che il capogruppo finiano, Enrico Flauto, ha chiesto all’azzurrina dimissioni immediate. Francesca Pascale, è bene ricordarlo, fu indicata per un certo periodo come la nuova “fidanzata” di Berlusconi: la sua smart fu vista entrare a Palazzo Grazioli.

La Pascale vanta un curriculum articolato: ha lavorato come soubrette per “Telecafone”, in coppia col cabarettista Oscar Di Maio. Ha partecipato ad alcuni concorsi di bellezza, anche alle selezioni per Miss Italia. È stata infine eletta con 7500 preferenze a Palazzo Matteotti. Ma il suo nome è balzato agli onori delle cronache soprattutto per le frequentazioni private con l’ex premier Silvio Berlusconi

Scrive Flauto: “Come a Milano c’è chi chiede le dimissioni della Minetti dal Consiglio regionale lombardo, qui a Napoli chiedo le dimissioni della Pascale da consigliere provinciale per la sua scarsissima partecipazione alla vita dell’ente. Le sue presenze in Consiglio ed in Commissione, dall’inizio dell’anno, possono infatti contarsi sulle dita di una mano. E forse potremmo addirittura trovarci di fonte ad un pugno chiuso”.

Se non fosse che la Pascale è stata ben attenta a non fare affermazioni “sconvenienti” sul conto dell’ex premier. Già a novembre si parlava dell’assenteismo della consigliera provinciale che però si mostrava sempre fedele a Berlusconi. Tanto da aver fondato un chiacchierassimo comitato “Silvio ci manchi”, insieme con la Romanello e Virna Bello.