L’Aquila: aumentano gli stipendi di sindaco e giunta. Cialente: “Non notizia”

Pubblicato il 17 agosto 2012 13:07 | Ultimo aggiornamento: 17 agosto 2012 13:11

Massimo Cialente (LaPresse)

L’AQUILA- L’aumento c’è, ma per il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente si tratta di una non notizia. Eppure fa discutere all’interno del Comune dell’Aquila l’aumento agli stipendi di sindaco, Giunta, presidente del Consiglio e consiglieri che oscilla tra 200 e 400 euro lordi in più al mese, pubblicato sul sito Internet dell’amministrazione a cavallo di Ferragosto.

Cialente, in vacanza all’estero, affida a Facebook il suo commento spiegando che  l’aumento non è una decisione recente ma datata. ”La colpa è del settore dell’ufficio affari generali che non riportò nel mese di ottobre l’aggiornamento sul sito”, scrive il sindaco. Nel frattempo lo stipendio è salito davvero.

Il sindaco passa da 3.970,57 a 4.411,74 euro lordi al mese, più 441,17; il vice sindaco, Roberto Riga, da 2.977,93 euro lordi al mese a 3.308.81, più 330,88; gli otto assessori da 2.382,09 euro lordi al mese a 2.646,77, piu’ 264,68; il presidente del Consiglio, Carlo Benedetti, da 2.068,22 euro lordi al mese a 2.298,02, piu’ 229,80; i 32 consiglieri comunale da 72,09 euro lordi a seduta a 80,10, piu’ 8,01 a seduta.

Per Cialente l’aumento nasce da ”un errore rispetto a quanto prevede il minimo di legge. Non abbiamo attivato il recupero degli arretrati e abbiamo anzi mantenuto una riduzione del 5 per cento del compenso che era stata introdotta gia’ dalla giunta Tempesta”, cioè dal suo predecessore. Il sindaco ha inoltre sottolineato che ”una legge prevede che il sindaco di citta’ capoluogo di Provincia debba prendere lo stesso compenso del Presidente della Provincia. Non mi dispiacerebbe – ha concluso – visto che Del Corvo, e quindi i suoi assessori, prendono oltre il doppio di noi”. La notizia diffusa sui social network ha suscitato una marea di commenti spesso polemici da parte degli aquilani, ad alcuni dei quali ha risposto lo stesso primo cittadino.