Licenziamenti, Mantovano: “Non c’è allarme Br ma il clima è preoccupante”

Pubblicato il 31 ottobre 2011 12:29 | Ultimo aggiornamento: 31 ottobre 2011 12:31

ROMA, 31 OTT – ''Non c'e' un allarme specifico sulla riorganizzazione del terrorismo ma le parole di Sacconi sono fondate. Il clima e' preoccupante e fa da condizionamento negativo allo scatenarsi di atti di violenza anche gravi''. Lo ha detto a Sky Tg24 il sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano commentando l'allarme del ministro del Lavoro.

''Non esistono – ha spiegato Mantovano – le Br come esistevano 30 o 10 anni fa, ma questo non fa essere tranquilli: si raccomanda cautela e senso di responsabilita' nello stigmatizzare delle parole che sono di fondata preoccupazione. Quando si utilizzano termini come macelleria sociale per commentare le proposte che vengono dall'Europa, dal Governo, dalla maggioranza, che possono essere discutibili o meno, quando si utilizzano termini cosi' dirompenti, non ci si rende direttamente responsabili di atti di violenza ma si crea un condizionamento negativo''.

''Non si puo' parlare di nuovo terrorismo nei termini in cui si poteva parlare trent' anni fa a proposito delle Brigate rosse – ha precisato il sottosegretario – ma si puo' parlare di un clima di violenza nel quale possono inserirsi gesti violenti come quelli che potevano provocare la morte di Carabinieri, di appartenenti alle forze di Polizia non piu' tardi di quindici giorni fa''.