M5S, Leonardo Metalli, il “grillino” del Tg1: “In Rai almeno il 25% ha votato 5 Stelle”

Pubblicato il 13 Marzo 2013 13:29 | Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2013 18:44
M5S, Leonardo Metalli: "Sono l'uomo di Grillo al Tg1"

Leonardo Metalli

ROMA – Leonardo Metalli, giornalista del Tg1 già famoso per “l’inno alla Rete”, è iscritto al Movimento 5 Stelle e Libero lo ha intervistato. Nell’intervista Metalli racconta: “Sono orgoglioso di avere creduto in Grillo dall’inizio. Mi davano del pazzo, sono anche stato censurato, invece oggi tanti la pensano come me. In Rai, su circa 12 mila dipendenti almeno il 20- 25% ha votato M5S. C’è un patrimonio di risorse interne che non crede più ai vecchi schemi. La Rai, poi, è una grande azienda pubblica che rispecchia in parte gli umori del Paese. Bisognerà tenerne conto”.

Quindi su un possibile accordo col Pd, Metalli spiega: “Sia Grillo che Casaleggio hanno sempre detto che non avrebbero mai fatto accordi né con il Pd né con altri. Grillo è perfino pronto ad andarsene se accade il contrario”.

Ma è possibile che una piccola pattuglia del M5S voti la fiducia al Pd? “Io non ho velleità politiche, ma ho seguito il Movimento attraverso i Meet Up, ho partecipato a incontri e conosco molti di quei ragazzi. Sono determinatissimi. Non credo che nessuno cederà alle lusinghe del Pd e Bersani appare come un disperato che non otterrà mai la fiducia da questi cittadini”.