Mariarosaria Rossi, deputata: chi è la procace mediatrice di Berlusconi tra gli indecisi

Pubblicato il 15 Dicembre 2010 14:30 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2010 14:30

Nei momenti dell’esultanza, dopo la fiducia incassata dal governo, era una delle deputate più festanti: pare che in uno slancio d’entusiasmo abbia messo la bandiera tricolore al collo di Silvio Berlusconi, a mo’ di foulard. E si capisce che per Maria Rosaria Rossi non si tratta di semplice vittoria politica ma anche personale. A lei il Cavaliere aveva affidato il compito di “pontiere”, di mediare cioè con gli indecisi presenti nei gruppi misti e soprattutto in Futuro e Libertà.

Nata nel 1972 a Piedimonte Matese, provincia di Caserta, la Rossi, sposata con un figlio di 12 anni, entra in Parlamento nel 2008. Una delle più giovani e una delle più avvenenti: nonostante il carattere riservato non disdegna un tipo di abbigliamento piuttosto oseé per l’aula di Montecitorio. Di foto delle sue scollature è piena la rete. Manager nel settore dei servizi segue Forza Italia dagli inizi, diventando attivissima negli anni. E’ in piazza San Giovanni nel dicembre 2006 contro la finanziaria Prodi, organizza gazebo e manifestazioni, fino all’elezione come consigliere al X municipio di Roma (città in cui vive da oltre 10 anni) con un record di voti.

Poi, il parlamento: fa parte della commissione Giustizia, della commissione lavoro e della commissione per l’Infanzia e l’adolescenza. Solidarizza con le colleghe, è molto amica soprattutto di Barbara Mannucci e Annagrazia Calabria, pare che ormai sia la portavoce delle deputate presso Berlusconi. E il ruolo di mediazione, visti i risultati di ieri, pare che le vada proprio a genio.