Mario Monti: “Destra e sinistra? Dio ce ne scampi!”

Pubblicato il 12 Gennaio 2013 13:11 | Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio 2013 13:42
Mario Monti (LaPresse)

Mario Monti (LaPresse)

ORVIETO (PERUGIA) – ‘A chi dice “bisogna che la politica europea somigli di più a quella nazionale”, io rispondo: ‘Dio ce ne scampi!”’. Lo ha detto Mario Monti, intervenendo  all’Assemblea dei liberal del Pd in corso ad Orvieto, sottolineando la ”crescente inadeguatezza degli schemi politici classici, compreso l’asse destra – sinistra”.

A proposito delle eleizioni, il premier dimissionario ha spiegato: “”Auspico che qualunque sia l’esito delle prossime elezioni si faciliti la cooperazione tra i punti riformisti che esistono più  o meno in tutti i partiti”. Poi si è lasciato andare ad una battuta su Stefano Fassina,il responsabile economico del Pd con il quale in passato non sono mancate scintille. Durante il convegno, il leader di Scelta Civica stava parlando delle differenze fra Vendola, Fassina e Casini, Bocchino chiamando l’esponente democrat ”onorevole”.

Stefano Ceccanti, seduto accanto a lui, gli fa notare che Fassina non è deputato. ”Però è cosìpresente nel dibattito che…”, risponde dapprima Monti. Che poi insiste: ”Ah quindi non è onorevole Fassina?”. E ancora: ”I laureati alla Bocconi esercitano tanta influenza anche nei luoghi dove non siedono…”.