Matteo Salvini: “Ue peggio del fascismo, spread al posto dell’olio di ricino”

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Marzo 2015 15:03 | Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2015 15:03
Matteo Salvini: "Ue peggio del fascismo, spread al posto dell'olio di ricino"

Matteo Salvini

MILANO – Per Matteo Salvini Europa equivale a fascismo. Anzi a Bruxelles c’è ben “peggio di Mussolini, non hanno la camicia nera o l’olio di ricino ma hanno lo spread e la finanza”. Di più: “A Bruxelles sono più pericolosi di qualche anno fa, stanno affamando la gente come nessun ventennio fascista è riuscito a fare”. Lo ha detto agli ascoltatori di Radio Padania, rispondendo in diretta alle loro domande.

Non per questo però ha saltato l’incontro previsto per oggi a Bruxelles con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il leader della Lega, che è anche europarlamentare, ha preferito recarsi in visita al Consiglio regionale della Lombardia, dopo la prova di forza di ieri al Consiglio federale del Carroccio.

Nessuna polemica, precisa, con il Capo dello Stato:

“Purtroppo l’ho mancato, ho un sacco di impegni qui a Milano, ma ho già chiesto un incontro con Mattarella con calma nelle prossime settimane”.

A proposito degli impegni imminenti, Salvini conferma di “non avere in programma” alcun incontro con Silvio Berlusconi.

“Io non chiudo la porta in faccia a nessuno, Alfano se l’è chiusa da solo. Vedremo su Forza Italia che cosa decideranno i veneti, gli umbri, eccetera”.

Il segretario della Lega ha poi ribadito che Giampaolo Dozzo andrà a mediare in veneto fra Tosi e Zaia “per trovare la quadra”. Ma di certo in Veneto

“il problema non è in casa Lega ma la signora Moretti, che rappresenta il governo Renzi-Alfano che taglia le risorse e riempie di immigrati”.