Montezemolo: “Bisogna sostenere il governo, contro chi già frena”

Pubblicato il 21 Dicembre 2011 12:48 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2011 12:53

ROMA, 21 DIC – ''Il compito che attende il Governo è enorme, dobbiamo sostenerlo, perché la resistenza di chi vuole che tutto resti com'è ha già iniziato a frenarne l'azione''. Lo scrive Luca Cordero di Montezemolo in una lettera inviata agli associati di Italia Futura.

''La manovra del governo, prevalentemente nel segno del rigore, era necessaria per rispondere a una situazione di cassa drammatica – sottolinea il presidente della Ferrari – Alcuni provvedimenti strutturali, quelli sulle pensioni di anzianita', hanno risposto pienamente alla sostanza del mandato del Governo. In altri casi si e' scelta una strada che ha tenuto conto soprattutto della velocita' e facilita' di incassare''.

''Per rimettere in moto il Paese occorrera' ora agire in profondita' sulle leve della crescita'', prosegue, indicando i capitoli su cui agire, dalle liberalizzazioni, al taglio ai costi della politica, alla riforma del mercato del lavoro. Bisogna insistere, sostiene Montezemolo, ''nella direzione di uno spostamento del carico fiscale da lavoro e produzione ai grandi patrimoni e alle rendite, oltre che portando avanti una lotta senza quartiere agli evasori fiscali''.

''Occorrera' dunque iniziare a riequilibrare il rapporto tra Stato e cittadini, concentrando risorse ed energie sui compiti essenziali del pubblico e liberando i tanti settori in cui la presenza dello Stato crea sprechi, inefficienze e corruzione – aggiunge – Solo dopo aver affrontato una questione che da troppi anni e' al centro delle anomalie italiane, il nuovo Governo potra' considerare di aver compiuto la sua missione di esecutivo tecnico e di emergenza''. Ma, sottolinea Montezemolo, ''il tempo non e' molto''.